Viaggio a Old Delhi: 5 cose da non perdere

Old Delhi è la parte più antica della città indiana, ricca di vita, luoghi da visitare e attività da non lasciarsi scappare

Non possiamo negarlo, per un viaggiatore occidentale Delhi e uno shock: rumore, traffico, inquinamento ci immergono con violenza in una città in movimento e continua mutazione, come un formicaio, in cui gli estremi si abbracciano, come la povertà estrema e immense ricchezze.

Superato lo sgomento iniziale non possiamo che rimanere affascinati da ciò che abbiamo intorno, dal patrimonio artistico che ha lasciato l’Impero Mughai, dai vicoli tortuosi di Old Delhi, dai molti volti che la città ci mostra, insomma da Delhi, con la sua attrattiva millenaria e decandente. Old Delhi infatti, tra il XVII e il XIX secolo fu la capitale dell’India musulmana, quindi custodisce un patrimonio artistico monumentale, tra fortezze e moschee, oltre che culturale, con i suoi mercati e movimenti. Ecco cosa dobbiamo assolutamente vedere a Old Delhi per vivere un’esperienza unica.

1. La moschea del venerdì a Old Delhi

Jama Masjid o la moschea del Venerdì a Old Delhi e la Moschea più grande dell’India. L’imponente edificio è stato iniziato a metà del 1600 e terminato in soli 14 anni, su commissione dell’imperatore Shah Jahan – lo stesso del Taj Mahal e del Forte Rosso a Nuova Deli. Per accedere alla Jama Masji ci sono tre grandi porte: la più grande era riservata esclusivamente all’Imperatore, mentre i fedeli potevano accedere dalle due porte laterali. Dalla struttura principale spiccano quattro torri e due minareti, alti 40 metri, sui quali si può salire per ammirare il panorama.

Ci sono alcune regole per visitare una moschea in India. Infatti al centro del cortile principale della moschea del venerdì – che misura ben 408 metri quadrati – c’è una grande vasca di marmo, perché i fedeli devono lavarsi le mani prima di pregare. All’entrata bisogna lasciare le proprie scarpe e le donne sono obbligate a indossare una vestaglia che copra il corpo. Dopo la visita alla moschea, è carino visitare il bazar intorno, che vende un po’ di tutto, dall’abbigliamento agli oggetti sacri.

2. Raj Ghat a Old Delhi

Il Raj Ghat è il punto di Old Delhi in cui fu cremato Mahatma Gandhi dopo essere stato ucciso nel 1948. La semplicità del posto è spiazzante, c’è una piattaforma di marmo nero con corone di fiori. Se si vuole rendere omaggio alla grandezza di questo uomo si può visitare il luogo, e poi magari passeggiare nel meraviglioso parco che lo circonda.

3. Gandhi Darshan a Old Delhi

Sempre per la memoria di Gandhi, attraversando la strada si trova il Gandhi Darshan, un enorme padiglione dove si può ripercorre la vita dell’uomo – piuttosto intensa ed emozionante – attraverso fotografie e documenti di vario genere.

4. Degustazione di Street food a Old Delhi

Sicuramente le mete culturali emozionano e sono dei must quando visitiamo le città, ma… fanno venire fame! Old Delhi è un paradiso per buongustai. Che cibo troviamo a Old Delhi? Possiamo decidere di mangiare in un ristorante, ma ciò che farà brillare gli occhi alle buone forchette è proprio l’enorme offerta di street food che si può trovare in questa città: proprio qui si radunano foody per sperimentare cibo da strada di tutto il mondo, rielaborato in chiave Delhi.

Dove iniziare? Se siamo al nostro primo viaggio in India possiamo iniziare dalle bancarelle dei mercati, dove si assaggia il vero cibo di Old Delhi. Per un’esperienza unica bisogna provare, assaggiando ciò che ci ispira e anche qualcosa che altrove non assaggeremmo mai. La complessità è davvero molta, come la multiculturalità e le specialità fusion – anche inconsapevoli – per questo consigliare un posto o una specialità sarebbe riduttivo, bisogna sperimentare con le proprie papille.

5. Il grande mercato di Old Delhi

La zona di Chandni Chowk vi lascerà a bocca aperta: qui a Old Delhi c’è uno dei mercati più antichi e importanti dell’India. C’è chi afferma che questo posto è magico perché riesce a portare indietro nel tempo, in quel passato in cui i grandi magazzini e centri commerciali non esistevano. Il grande mercato di Old Delhi è un ingarbugliato disegno di strade strette, negozietti, bancarelle, dove si può trovare letteralmente tutto.

Dall’abbigliamento all’oro e argento, dalle calzature all’antiquariato, dall’elettronica ai vestiti da sposa, basta saper cercare. Una passeggiata a Chandni Chowk non è shopping, è quasi un viaggio mistico alla ricerca dell’essenza dell’India, che colpisce tutti i nostri sensi, con le sete variopinte, le piramidi di spezie dai colori audaci e gli odori intensi e i rumori dei venditori e compratori di passaggio.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Viaggio a Old Delhi: 5 cose da non perdere