Spiagge per nudisti e naturisti a Napoli e dintorni

Le spiagge per i nudisti a Napoli e nei dintorni sono tanti, ma non sono ancora state legalizzate tramite leggi. Scopriamo insieme quali sono e dove si trovano

Le spiagge per i nudisti a Napoli e nei dintorni sembrano essere davvero poche. Oggigiorno in Italia ci sono soltanto 5 spiagge per praticare nudismo o il naturalismo. Questo perché tra le leggi italiane c’è un vuoto amministrativo riguardante queste pratiche. In altri casi alcune spiagge tollerano il nudismo, ma non lo regolamentano. Questo è un problema, poiché possono avvenire spiacevoli incidenti con gli altri visitatori della spiaggia. Nonostante il naturismo prenda sempre più piede tra la popolazione italiana, la maggior parte dei napoletani non vede di buon occhio questo tipo di filosofia.

Tra le più importanti spiagge per i nudisti a Napoli e nei dintorni ci sono le Scogliere della Regina Giovanna, che si trovano a Capo di Sorrento. Quest’ultima è largamente visitata sia di sera che di giorno. Inoltre, vi vengono spesso persone omosessuali e quelle LGBT-friendly. Si tratta, pertanto, di un luogo di pace e libertà, in cui ognuno può venire ed esprimere la propria felicità a contatto con la natura. A Capri c’è la spiaggia di Via Krupp. È un posto molto bello e particolare, tanto da donare ai visitatori un senso di pace interiore.

Probabilmente è anche la più bella delle spiagge in Campania. Se ci si trova a Portici è possibile fare visita agli Scogli del Granatello. La spiaggia può essere visitata anche di notte, quando diventa più romantica, e tollera le pratiche di nudismo e naturismo. Come per molte delle altre spiagge, venendo qui è possibile incontrare persone omosessuali e l’intera locazione è molto tollerante verso qualsiasi tipo di minoranze. Inoltre, l’acqua qui è tra le più pulire d’Italia. Se si vuole visitare una delle spiagge per i nudisti a Napoli e nei dintorni, si può anche prendere in considerazione l’idea di recarsi sugli Scogli di Zaro.

È una locazione panoramica molto bella, tanto che in passato era famosa perché molti pittori ne disegnavano i panorami. E per finire, non si può dimenticare la spiaggia del Becco dell’Aquila, che si trova nei pressi di Forio d’Ischia e le terme di Afrodite che sorgono a Santangelo. In tutti i posti indicati sono tollerate pratiche di nudismo e naturismo. Inoltre in queste locazioni è possibile trovare coppie gender  e i mercanti locali sono molto aperti di mentalità. Infine, tra le più importanti spiagge per i nudisti a Napoli bisogna ricordarsi anche la Calata dei Trentaremi a Posillipo, oltre che le Rocce di Marechiaro.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Spiagge per nudisti e naturisti a Napoli e dintorni