Rovaniemi: 5 cose da fare e vedere nella città di Babbo Natale

in una Finlandia tutta bianca lasciati rapire da una magica atmosfera

Francesca Di Pietro Travel Psychologist & Blogger Travel Pyschologist & Coach, 80 paesi visitati, ama i viaggi lenti, la natura, i cani ed insegna yoga. Crede che i viaggi ci trasformino in persone migliori.

Rovaniemi è da tutti conosciuta per essere la città ufficiale di Babbo Natale, ma il capoluogo della Lapponia ha davvero tante cose da fare e vedere, che sapranno conquistare sia grandi che piccoli. Situata in Finlandia, Rovaniemi è servita da numerose compagnie aeree, che la collegano all’Italia in circa 5 ore di viaggio. 

Se vi state chiedendo quale sia la stagione perfetta per andare a Rovaniemi, sappiate che la risposta non esiste! In ogni mese dell’anno è possibile visitare il Villaggio di Babbo Natale (sì, anche in piena estate!) e partecipare a emozionanti escursioni nella natura. Io ho scelto il periodo invernale perché la neve rende ancora più magica l’atmosfera natalizia che si respira e perché questa è la stagione giusta per vedere la regina dei cieli artici, l’aurora boreale. Ma anche l’estate ha i suoi vantaggi: il sole di mezzanotte, le passeggiate nelle foreste e le scorpacciate di mirtilli selvatici.

Le 5 cose da fare e vedere a Rovaniemi:

  1. Passare a salutare Babbo Natale

Al primo posto tra le 5 cose da fare e vedere a Rovaniemi, non potevo che mettere una visita al Villaggio di Babbo Natale. Aperto 365 giorni l’anno, si trova a circa 8 km dalla città ed è facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici. Da qui passa il Circolo Polare Artico (Napapiiri in finlandese), ovvero quella linea che segna la latitudine sopra la quale, in estate, il sole non tramonta mai e, in inverno, rimane sempre sotto l’orizzonte. Questo significa che nei mesi caldi si ha luce quasi 24 ore al giorno, mentre nei mesi freddi è quasi sempre buio e, solo nelle ore centrali della giornata, si può godere di un meraviglioso gioco di luci rosate che si riflettono sul manto bianco creato dalla neve. Sicuramente il Villaggio di Babbo Natale è il regno dei più piccoli, un luogo magico dove possono incontrare Santa Claus di persona (parla anche l’italiano!). Ma anche i grandi sono ben accetti e possono farsi scattare una foto ricordo. All’interno del Villaggio è possibile prendere parte a numerose attività, come ad esempio fare un giro sulla slitta trainata dalle renne. La passeggiata è davvero piacevole e tranquilla e permette di ammirare la natura innevata in tutto il suo splendore. Se invece cercate un po’ di brivido, non dovete assolutamente perdere un giro sulla slitta trainata dagli husky. Qui l’adrenalina e il divertimento sono assicurati!

2.Visitare Arktikum: il museo dell’Artico

Tra le cose da fare e vedere a Rovaniemi, è d’obbligo una visita ad Arktikum. Situato a pochi passi dal centro della città, è un centro scientifico e un museo, che permette di scoprire la storia e la cultura della Lapponia. Le mostre presenti raccontano gli stili di vita dei popoli del nord, la loro quotidianità e le sfide che devono fronteggiare ogni giorno per vivere in condizioni climatiche estreme. Anche dal punto di vista architettonico il museo lascia a bocca aperta: è costituito infatti da un corridoio di vetro lungo 172 metri, posizionato parzialmente sotto terra. La fine della galleria si affaccia sulle sponde del fiume Ounas, dove si trova uno dei parchi più belli di Rovaniemi, Arktikum Beach. In estate questo è il posto perfetto per fare un pic nic e, per i più coraggiosi, una nuotata nel fiume. Mentre in inverno diventa uno dei luoghi da dove è possibile vedere l’aurora boreale, senza allontanarsi troppo dalla città. Il museo costa 15€, ma è possibile acquistare il conveniente Culture Pass che con soli 20€ permette di visitare altri due musei: il centro scientifico Pilke e la Casa della Cultura Korundi. Pilke si trova proprio accanto ad Arktikum ed è dedicato alla selvicoltura finlandese, ovvero quell’insieme di attività legate alla coltivazione e allo sfruttamento sostenibile dei boschi e delle foreste. Anche qui le mostre sono interattive e accattivanti e offrono una panoramica a 360 gradi sulla produzione e l’utilizzo del legname nella vita di tutti i giorni. Salire su un trattore, costruire una casa di legno o entrare in una casetta per uccellini sono solo alcune delle simpatiche attività che si possono fare. Il terzo sito incluso nel Culture Pass è il Korundi, che ospita il Museo d’Arte di Rovaniemi, presso il quale è possibile ammirare una vasta collezione di opere di artisti finlandesi contemporanei.

3. Partecipare a un’escursione in motoslitta

A Rovaniemi sono numerose le compagnie che offrono safari in motoslitta e questa è sicuramente una delle attività da non perdere per gli amanti della velocità e dell’adrenalina. In Lapponia la motoslitta è un mezzo di trasporto molto utilizzato dalla popolazione locale durante il periodo invernale e sulle strade principali non sarà difficile trovare un cartello di “pericolo attraversamento motoslitte”. Per partecipare a un’escursione in motoslitta basta essere in possesso di una normale patente di guida. Ogni tour è accompagnato da una o più guide professioniste che vi spiegano le basi della guida e vi seguono per tutta la durata del safari. È possibile abbinare il giro in motoslitta ad altre attività, come ad esempio a una visita alla fattoria delle renne, a un allevamento di husky o a una sessione di pesca nel ghiaccio. Le escursioni durano dalle 2 alle 6 ore e vi viene fornito l’abbigliamento necessario per affrontare così tanto tempo al freddo: tuta artica, guanti, scarponi e ovviamente il casco. Sotto la tuta artica bisogna sempre indossare uno o due strati di intimo termico e dei maglioni caldi di pile o di lana. È importante anche avere calze termiche di ottima qualità, dei sottoguanti e un passamontagna per proteggere il viso. Per me il momento migliore per partecipare a un’escursione in motoslitta è durante le poche ore di luce che ci sono nella parte centrale della giornata, in modo da poter ammirare i magici giochi di luce crepuscolare sulla neve. Se invece siete più affascinati dal buio potete prendere parte anche un’escursione notturna per andare a caccia dell’aurora boreale.

4. Cenare in un igloo

Dopo tante escursioni e visite culturali è arrivata l’ora di cena. Rovaniemi offre tanti bar, pub e ristoranti, ma quello che mi ha colpito di più è il Gustav. Passeggiando per le vie centrali della città è impossibile non notare dei bellissimi igloo trasparenti, con al centro un tavolo rotondo, illuminato dalla luce delle candele. Cenare in un igloo può essere abbastanza costoso (la spesa minima è di 200€), ma è davvero il modo perfetto per celebrare un’occasione speciale. Il menù del Gustav propone piatti e abbinamenti moderni, creati con passione dal suo chef. Se invece avete voglia di assaggiare le prelibatezze della cucina finlandese, potete scegliere un ristorante che offre piatti tradizionali, come la carne di renna, spesso accompagnata dal purè di patate e da una salsa di mirtilli rossi (chiamati lingonberry). Ed è a base di succo di mirtilli rossi anche una delle bevande nazionali, il Glögi. Ideale per scaldarsi durante una fredda giornata artica, è composto da succo di lingonberry e un mix di spezie come cannella, cardamomo e chiodi di garofano. Si può trovare sia in versione analcolica sia addizionato con bevande alcoliche, che lo rendono simile al vin brulé. 

5. Andare a caccia dell’aurora boreale

Per concludere in bellezza una giornata a Rovaniemi bisogna solo avere un po’ di fortuna e condizioni climatiche perfette. L’aurora boreale è infatti un fenomeno del tutto naturale che si crea quando le particelle cariche di elettricità provenienti dal sole si scontrano con l’atmosfera terrestre. Questa collisione dà origine a striature di luce colorata che fluttuano nel cielo notturno. I finlandesi la chiamano “revontulet”, letteralmente “fuochi della volpe”. Gli antichi abitanti della Lapponia credevano infatti che l’aurora boreale fosse causata da una volpe che, correndo nel cielo artico, lasciava scintille dietro di sé. Per ammirare l’aurora boreale, il cielo deve essere limpidissimo e bisogna recarsi in un luogo privo di illuminazione artificiale. Esistono numerosi siti e applicazioni per smartphone che vi indicano i luoghi migliori per vedere l’aurora e la probabilità. Se non disponete di un’auto per allontanarvi dal centro abitato, potete valutare di prendere parte a un’escursione per andare a caccia dell’aurora boreale. Accompagnati da una guida, verrete portati nel luogo perfetto per ammirare questo meraviglioso spettacolo della natura e ascolterete affascinanti storie e leggende antiche sulle origini del fenomeno. Vedere l’aurora boreale è una di quelle cose da fare una volta nella vita ed è davvero la ciliegina sulla torta che renderà ancora più indimenticabile il vostro viaggio a Rovaniemi.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Rovaniemi: 5 cose da fare e vedere nella città di Babbo Natale