Corso di sopravvivenza in Africa

Per diventare veri esperti di sopravvivenza nella terra dei Masai

Per chi è alla ricerca di una vacanza diversa dal solito, questa è la proposta giusta. Un corso di sopravvivenza nel cuore dell’Africa, in Kenya, in un accampamento Maasai. Niente piadine sotto l’ombrellone in riviera, niente shopping negli Stati Uniti, niente passeggiate tra le baite di montagna. Non c’è modo migliore per staccare davvero la spina che lasciarsi trasportare in una realtà completamente diversa, cambiare radicalmente stile di vita, confrontarsi con altre culture e mettersi alla prova con attività inconsuete. Una vacanza attiva, che stimola il fisico e l’intelletto. L’idea è semplice: vivere tra i monti sacri e la fauna brada, nelle riserve, imparare i rituali della tribù, conoscere gli animali e provare l’emozione di dormire sotto il cielo stellato del Kenya più autentico.

I Maasai sono il simbolo dell’Africa: sguardi lucenti, fisici muscolosi e la libertà negli occhi, sono un popolo che continua a mantenersi intatto nonostante il frenetico cambiamento della società. Fermo nelle usanze e tradizioni, vive creando il minor impatto possibile sull’ambiente, libero dai vincoli della modernità: trascorrere anche un breve periodo con loro è un vero e proprio «training» che oltre a scoprire un altro mondo, aiuterà a riscoprire se stessi. Il viaggio, proposto da Bush Adventures, inizia con l’arrivo a Nairobi, si prosegue con uno spostamento su jeep da safari per poi inoltrarsi nel campo Maasai della riserva «il ngwesi». Paura di sentire la mancanza della civiltà? Niente panico: si trascorreranno le giornate a stretto contatto con la tribù e magiche serate in tende da safari con letti a baldacchino e si potrà disporre delle comodità essenziali quali acqua calda e tre pasti al giorno cucinati da chef professionisti, serviti nel campo attrezzato.

Le proposte sono varie, ardite e meno: Introductory Training di 4 giorni, Survivor Training di 7 giorni o Full Training di 12 giorni, per diventare veri esperti. L’Introductory Training prevede una breve introduzione al mondo Maasai con passeggiate riconoscitive nei dintorni e la possibilità di apprendere le tecniche di combattimento di questi affascinanti guerrieri come l’uso di arco e frecce, l’originale Orinkà (il loro bastone di lancio), l’arte della difesa e come monitorare gli animali per proteggere i propri e riconoscere l’avvicinarsi di predatori quali il leone o il leopardo. Il Survivor Training è un gradino in più, per acquisire oltre a quanto già illustrato, le tecniche utilizzate dalla tribù attraverso la conoscenza di piante e cortecce per curare in modo del tutto naturale, mal di schiena, mal di stomaco o raffreddori. Un vero e proprio corso di sopravvivenza perché oltre alla medicina naturale i Maasai insegneranno a trovare acqua potabile durante i periodi di secca, a proteggere i propri animali dagli attacchi, accendere un fuoco, a costruire trappole e recinzioni temporanee per il bestiame.

Una volta imparato tutto quanto, si potrà trascorrere un giorno e una notte nella savana e mettere in pratica tutte queste abilità dormendo sotto le stelle dopo aver condiviso davanti a un fuoco le esperienze degli anziani che racconteranno le loro avventure. Ultimo step, il Full Training di 12 giorni per entrare davvero nel cuore e nello spirito Maasai, una grande occasione per conoscere la savana. Si impareranno i segreti dell’allevamento e si entrerà nel vivo della quotidianità Maasai. Alla fine della formazione, i nuovi guerrieri verranno celebrati dall’intera tribù che li vestirà con i loro particolari costumi decorando inoltre corpo e capelli secondo le usanze. Quando tornerete a casa, preparatevi al «Mal d’Africa»…

Corso di sopravvivenza in Africa