Gustave Eiffel: le opere dell’architetto realizzate prima e dopo la torre

Alla scoperta delle opere di Gustave Eiffel realizzate prima e dopo la famosa torre parigina

Gustave Eiffel è noto a tutti soprattutto per la Torre Eiffel, che porta il suo nome, ma in realtà l’ingegnere nato a Digione nel 1832 ha realizzato nel corso della sua vita molte altre opere interessanti, più o meno conosciute.

La primissima opera risale al 1858 quando Eiffel realizzò il ponte Saint-Jean sulla Garonna a Bordeaux, lungo 510 metri. Nel 1876 gli venne affidata un’altra grande opera, Magasin Au Bon Marché, edificio con un’innovativa copertura in vetro e ferro che dava l’impressione di essere all’aperto nonostante fosse al chiuso, cosa che per l’epoca era decisamente inusuale e all’avanguardia.

L’ingegnere fu molto prolifico anche in un altro paese, il Portogallo, dove progettò e realizzò diverse opere, prima fra tutte il ponte D. Maria Pia, del 1876, che collegava Lisbona e Porto via treno, un arco in ferro gigantesco. Non il solo però, sempre in Portogallo Gustave realizzò i ponti di Esposende, Porto, Viana do Castelo, Olhão, Barcelos, Alijó. Tra il 1880 e il 1884 fu impegnato nella realizzazione del Viaduc de Garabit di 165 metri.

Arrivò poi, nel 1889, la mitica Torre Eiffel, il monumento più alto di Parigi, con i suoi 324 metri di altezza. La torre venne costruita in due anni ma non piacque immediatamente agli artisti dell’epoca, che se ne prendevano gioco paragonandola addirittura a un asparago di ferro.

Ponte D. Maria Pia

Ponte D. Maria Pia di Gustave Eiffel – Fonte iStock

La torre avrebbe dovuto essere demolita dopo un ventennio ma resistette grazie alla sua utilità nell’ambito della radiotelegrafia, da qui infatti venivano effettuate misurazioni scientifiche di varia tipologia e numerosi esperimenti. Anche in guerra la Torre Eiffel si rivelò altrettanto preziosa e così fortunatamente resistette al passare del tempo tanto da essere diventata, oggigiorno, simbolo indiscusso di Parigi.

La torre, che pesa 11.000 tonnellate nonostante eserciti una pressione leggerissima sul terreno, venne realizzata con 16.000 travi d’acciaio, appoggiata su 4 piloni di sostegno, una struttura colossale davvero visionaria.

Un’altra opera che vide la collaborazione di Gustave Eiffel fu la famosa Statua della libertà di New York, realizzata tra il 1884 e il 1886, quindi poco prima della Torre Eiffel. Essa venne realizzata dal francese Frédéric Auguste Bartholdi, ma la struttura interna è proprio opera di Eiffel. Insomma, un ingegnere visionario e geniale che ha lasciato un patrimonio artistico inestimabile.

Torre Eiffel

Torre Eiffel di Gustave Eiffel – Fonte iStock

 

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Gustave Eiffel: le opere dell’architetto realizzate prima e dopo...