PROMO

Piste ciclabili e itinerari cicloturistici in Italia

Sei alla ricerca di piste ciclabili e itinerari cicloturistici? Il nostro Paese ne offre davvero tanti. Ecco una selezione dei più belli.

Il tuo motto è sempre stato: su due ruote la vita è più bella? Adori goderti il vento tra i capelli mentre pedali con la tua bicicletta alla scoperta delle zone più belle del mondo. Il cicloturismo ormai è un fenomeno molto diffuso e nel nostro Paese si contano centinaia di chilometri di piste ciclabili e itinerari cicloturistici che attraversano tutta la Penisola.
Molti hanno diversi anni e attraversano luoghi dalla rilevante importanza storica e culturale, altri sono nati da poco oppure sono in costruzione. Le nostre regioni hanno dalla loro parte dei paesaggi di rara bellezza, un’aria fresca e pura da respirare e un clima mite, che permette di usare la bici tutto l’anno. Il segreto è conoscere i percorsi giusti, che puoi raggiungere ogni volta che vorrai grazie a veicoli commerciali come Mercedes Classe X: basterà mettere la bici sul retro, ingranare la marcia e dirigerti verso il percorso che ami per i tuoi allenamenti professionali. Il pick-up del produttore tedesco, scelto dai professionisti per spostarsi tra i vari luoghi di lavoro, consente di muoversi con facilità su qualunque terreno (anche il più accidentato) e poter trasportare tutta l’attrezzatura necessaria, senza esser costretti a fare rinunce di alcun genere nel proprio lavoro e viaggiare in totale comfort.

Alpe Adria

Montagna o mare? Nel dubbio esordiamo con un percorso che li abbraccia entrambi e che si trova in una delle regioni più suggestive d’Italia, il Friuli-Venezia Giulia. L’itinerario cicloturistico dell’Alpe Adria è lungo 180 chilometri, inizia da Tarvisio per terminare a Grado. Questa ciclovia è ben limitata e segnalata, inoltre si connette anche a stazioni di bus e treni. Quindi se si desidera velocizzare e ridurre il percorso, si può trasportare la bici sui mezzi pubblici senza problemi.

Ciclopista del Sole

Non temi le distanze? Con i suoi 3000 km, questa è la via ciclabile più lunga d’Italia. Percorre il Paese da Nord a Sud, isole incluse. Infatti, si parte dal Brennero per arrivare a Palermo in Sicilia. Poi si prende una nave e si attraversa la Sardegna, da Olbia a Cagliari. La Ciclopista del Sole prende però parte ad un itinerario ancora più lungo, l’EuroVelo 7 che collega Capo Velo a Malta, e passa anche dal nostro Paese. Solo in una piccola parte dell’itinerario si pedala su pista ciclabile, il resto del percorso è composto da strade di campagna o sterrate, immerse nella natura.

L’Eroica

Questa ciclovia percorre 206 km, è ben delineata e dispone di una buona segnaletica. Ma la parte più bella riguarda i luoghi che attraversa, un mix di natura e cultura tra i più suggestivi. Infatti, dal territorio di Siena, si attraversano le bellissime terre del Chianti e del Brunello, fino a raggiungere la Val d’Orcia. Insomma, si percorrono i sentieri più belli della Toscana, e le automobili che si incrociano sono pochissime. Questo è il paradiso dei ciclisti, ma serve un po’ di allenamento per percorrerlo tutto.

Ciclovia dei Borboni

Spostandosi al Nord si può percorrere la Ciclovia dei Borboni che unisce Napoli a Bari. Unico neo: il 25% di questo itinerario attraversa strade ad alta percorrenza, e solo l’1% su pista ciclabile. Nonostante questi difetti, la via è unica per la moltitudine di territori ad alto valore naturalistico e storico.

Orientale sarda

L’Orientale Sarda, una delle strade più affascinanti d’Italia, può essere percorsa anche in bicicletta e permette di conoscere le tante anime della Sardegna: dalla natura più selvaggia e incontaminata, fino alla costa colorata e suggestiva. Parte dal territorio di Dorgali per scendere verso sud e fermarsi a Cagliari. Insomma, è un percorso che svela pian piano le zone più nascoste e affascinanti dell’Isola.

L’Etna

Terminiamo con l’altra grande isola d’Italia. Non si può parlare di cicloturismo in Sicilia, senza menzionare il percorso in bici sull’Etna. Si tratta del più grande vulcano attivo in Europa, tanto che durante la pedalata si possono incontrare alcune bocche da cui fuoriescono i suoi fumi. Il vulcano è perennemente presente durante tutto il percorso e coinvolge tutti i sensi. Le facce e le sfumature da scoprire sono tante, ecco perché conviene pedalare lentamente e godersi tutti i panorami possibili offerti da questi incredibile itinerario.

Insomma, l’Italia regala davvero emozioni uniche agli appassionati di cicloturismo. Non resta che scegliere un percorso e iniziare a pedalare.

In collaborazione con Mercedes-Benz

Piste ciclabili e itinerari cicloturistici in Italia