Villaggio Asproni, il paese fantasma è un luogo molto suggestivo

Questo villaggio "fantasma" dove il tempo sembra essersi fermato si trova nell'entroterra della Sardegna

Abbandonato dai primi anni del ‘900, il Villaggio Asproni è un luogo molto suggestivo, dove il tempo sembra essersi fermato. Questo villaggio “fantasma” si trova nell’entroterra della Sardegna, in provincia di Carbonia-Iglelsias, ed era il villaggio della miniera di Seddas Moddizzis, il nucleo abitativo di quello che un tempo era uno degli stabilimenti minerari più famosi dell’isola.

Prende il nome del suo fondatore, l’ingegner Giorgio Asproni, che aveva acquisito la miniera a fine ‘800. Oggi il Villaggio Asproni è uno dei paesi fantasma più suggestivi di tutta la Sardegna e merita assolutamente una visita.

Si trova in una posizione piuttosto isolata, ma raggiungerlo è molto semplice: dal paese di Gonnesa si prende la strada che porta a Seddas Moddizzis e da lì si cammina lungo uno sterrato che giunge all’abitato. Dal promontorio su cui è ubicato il villaggio si vede pure il mare.

Villaggio_Asproni_Gonnesa

Il Villaggio Asproni in Sardegna @Wikimedia Commons – Roberto Pani

Il villaggio comprende alcune case, l’ex spaccio, la chiesa di San Giorgio), gli uffici della direzione della miniera, la villa dell’ingegner Asproni, un palazzo signorile a due piani un tempo ricco di fasti, la scuola per i figli dei minatori e altri piccoli edifici adibiti alle attività commerciali. Per cinquant’anni fu un luogo di benessere. Qui si estraevano piombo, zinco e bario che fecero la fortuna degli abitanti.

Ma l’ingegnere era un po’ un padre-padrone nel villaggio minerario, ricopriva la poltrona di Sindaco, era proprietario di tutto e non delegava mai nulla. Era anche famoso per le terribili condizioni che imponeva ai minatori, tanto che il luogo era diventato famoso per essere il villaggio dei mutilati. Alla sua morte, nel 1936, lo Stato inviò aiuti economici e permise di portare elettricità e acqua corrente nel villaggio, oltre a nuovi macchinari che permisero l’ulteriore estrazione di bario e blenda.

Ma crisi del settore minerario comportò il concentramento delle risorse e degli investimenti nei siti meglio collegati e più ricchi, come Iglesias. Pertanto, il Villaggio Asproni venne completamente abbandonato.

È un villaggio “fantasma” nel vero senso della parola. Tra le rovine dicono, infatti, che si aggiri davvero uno spettro. Sarebbe quello del Cavalier Toro, un personaggio molto in vista di Gonnesa nei primi del ‘900. E se lo si visita prima del tramonto, vengono davvero i brividi.

Qualche anno fa il villaggio fu stato acquistato da un privato. Può darsi che abbia intenzione di ristrutturare gli edifici e di trasformarlo in un borgo diffuso o in qualche attrazione turistica. Se il fantasma lo permetterà, naturalmente.

asproni-sardegna-villaggio-abbandonato

Alcuni edifici del villaggio fantasma @Pixaby – wsecci

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Villaggio Asproni, il paese fantasma è un luogo molto suggestivo