Liechtenstein, 5 incantevoli villaggi da fiaba a pochi chilometri da Vaduz

Poco distanti dalla capitale, questi borghi fiabeschi sono autentiche perle del turismo montano

Il minuscolo Principato del Liechtenstein, uno stato indipendente incastonato tra Svizzera e Austria, è uno dei Paesi alpini più pittoreschi d’Europa. Nonostante abbia una superficie di soli 160 chilometri quadrati e una popolazione di appena 38.000 abitanti, è tra gli Stati più industrializzati ed economicamente solidi al mondo.

Il suggestivo ambiente montano lo rende una mecca di viaggio non soltanto per sciatori ed escursionisti, ma anche per chi vuole lasciarsi affascinare da atmosfere fiabesche rimaste sospese nel tempo. Se a ciò si aggiunge la fitta rete di musei, castelli e attività di ogni tipo, è facile capire perché il Liechtenstein sia uno dei posti migliori da visitare in Europa.

Balzers, un castello-museo

Questo piccolo paese situato a sud di Vaduz, si trova a pochi passi dal confine svizzero. Il castello di Gutenberg è senz’altro l’attrazione principale di questo piccolo centro fiabesco. Appartenuto ai duchi d’Austria fino al Duecento, è uno dei cinque castelli del principato e l’unico, insieme a quello di Vaduz, ad essere sopravvissuto intatti fino ai giorni nostri. Oggi, è aperto al pubblico come museo. Grazie alla sua posizione arroccata su uno sperone roccioso, consente di godere di viste panoramiche sulle cime frastagliate, le verdi montagne e i vigneti disseminati a Balzers. Da non perdere, soprattutto per gli amanti degli sporti invernali, il comprensorio sciistico Damuels-Mellau-Fashina, dotato di impianti di risalita all’avanguardia, piste da fondo ed escursionistiche, chilometri e chilometri di piste e incredibili nevicate.

Veduta panoramica del castello medievale di Balzers

Triesenberg, il comune più grande del Liechtenstein

Triesenberg, il comune più grande del Liechtenstein, si trova in una splendida cornice paesaggistica, nel mezzo di una valle alpina a soli sei chilometri dalla capitale Vaduz. Il pittoresco villaggio stesso è noto non solo per i suoi splendidi paesaggi e il dialetto unico – una variante del tedesco originario della regione di Walser – ma anche per il suo festival gastronomico, il Triesenberger Wochen, che si tiene ogni anno da metà ottobre a fine novembre. Durante la festa, ristoranti e alberghi della zona propongono i piatti della tradizione Walser, molti dei quali secolari e caratteristici del paese. Non mancano le splendide viste dai graziosi chalet, hotel e piccole locande del villaggio, che rendono Triesenberg un luogo ideale da cui esplorare il Liechtenstein.

Veduta di Triesenberg delimitato dal Reno

Malbun, paradiso invernale

Famosa per ospitare la stazione sciistica più grande del Liechtenstein, la cittadina di Malbun, un tempo abitata solo in estate, richiama oggi appassionati di sport invernali da ogni parte d’Europa. Arroccata su un crinale alpino vicino alla valle Saminatal, Malbun vanta condizioni di innevamento perfette che hanno portato alla creazione dei primi impianti di risalita e piste negli anni ’60. Oggi, le sue numerose piste battute e le attività après-ski godono di una delle stagioni più lunghe delle Alpi. In tutto vengono mantenuti più di 23 chilometri di piste, che offrono un terreno adatto a sciatori di ogni livello, servite da tre impianti di risalita in grado di portare gli sciatori ad altezze di 2.000 metri. Per i bambini, il Malbi Park Kinderland offre lezioni e programmi per principianti, e la zona vanta anche una vasta rete di piste per lo sci nordico. Il paese è molto gettonato anche nella bella stagione, quando diventa una calamita per escursionisti, scalatori e appassionati di mountain bike.

Schaan, meta di pellegrinaggio

La città di Schaan si trova a soli tre chilometri a nord di Vaduz, ai piedi del massiccio dei Drei Schwestern. Situata in un bellissimo punto arroccato sopra la città, si trova la chiesa di Maria zum Trost del XVIII secolo, meta di pellegrinaggio notevole per i suoi bei panorami. Essendo tra le città più antiche del Liechtenstein, riesce ad intrattenere qualsiasi visitatore grazie al suo mix incredibile di storia e tradizioni. Qui è possibile passeggiare tra i resti del foto romano, visitare le tipiche botteghe dei ramai, oppure visitare l’eccentrico museo della calcolatrice e della macchina da scrivere, che ospita più di 250 reperti appartenenti a diverse epoche. Da non perdere una delle attrazioni distintive: la calcolatrice più piccola al mondo.

Lo scenario invernale delle Alpi a Schaan

Nendeln ed Eschen, da visitare assolutamente

La cittadine di Nendeln ed Eschen sono i principali comuni della pianura del Liechtenstein e meritano una visita. Nendeln è nota per le sue antiche fondamenta provenienti da una villa romana, nonché per la fabbrica di ceramiche Schädler, fondata nel 1836, che ancora ospita la più antica bottega artigiana del Paese. Famosa per le sue stoviglie in grès e le tradizionali stufe in maiolica, questa tradizione locale di grande pregio artistico può essere approfondita con visite guidate al laboratorio, all’area di smaltatura e alla fornace. Eschen è invece il punto di partenza di una facile escursione di un’ora e mezza che offre splendide viste sulla zona circostante.

Skyline di Eschen con lo sfondo delle Alpi

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Liechtenstein, 5 incantevoli villaggi da fiaba a pochi chilometri da V...