Parchi di Nervi, il cuore di Euroflora 2018

Scopri il complesso storico e naturalistico sede della prossima edizione delle floralies genovesi

Sarà una manifestazione per tutti Euroflora 2018 che dal 21 aprile al 6 maggio illuminerà con i colori, i profumi e la magia dei fiori e delle piante il patrimonio storico, culturale e naturalistico della bellissima città di Genova. Piacerà senza dubbio agli appassionati, ma non solo, chiunque ami le esperienze immersive nel paesaggio ne rimarrà affascinato.

Il cuore di Euroflora pulserà nel suggestivo scenario dei Parchi di Nervi, nel quartiere più a est della città di Genova, tra la via Aurelia e il blu cobalto del mare. Un complesso storico e naturalistico di inestimabile valore dove in 86 mila metri quadrati vivono più centinaia di specie botaniche, alberi di interesse monumentale, un pregiato roseto e poi palmeti, olivi, cedri e oleandri. Uno scrigno che durante Euroflora verrà inondato da 500.000 fiori coloratissimi e dalle migliori produzioni florovivaistiche italiane a esaltare il verde dei grandi prati.

Il complesso dei Parchi di Nervi è costituito da più giardini contigui, ognuno appartenente a una diversa villa storica: Villa Gropallo, Villa Saluzzo Serra, Villa Grimaldi Fassio e Villa Luxoro, oggi tutte di proprietà del Comune di Genova. Attraverso un itinerario pedonale ad alta accessibilità, che si estende per 5 chilometri, con pittoreschi viali e romantiche gallerie vegetate, è possibile ammirare gli angoli più significativi dei Parchi di Nervi, oltre che raggiungere e visitare buona parte delle antiche ville. La scelta di un contesto così ricco per la prossima edizione delle floralies genovesi sembra più che opportuna: il 2018 è infatti l’anno europeo del patrimonio culturale ed Euroflora rappresenta un’occasione straordinaria per la valorizzazione e la promozione di un ambiente tanto speciale.

Percorrendo il grande viale dei Parchi di Nervi, la prima residenza storica che si incontra è Villa Gropallo, risalente alla seconda metà del Settecento, famosa per i contrasti tra radure e boschi ombrosi, mentre il viale palmizio ad est è considerato un vero capolavoro botanico. Da Villa Gropallo ci si sposta alla cinquecentesca Villa Serra Saluzzo, nota per gli splendidi stucchi floreali del Settecento. Dal 1928 questa villa ospita la Galleria d’Arte Moderna di Genova (GAM) e raccoglie ora più di 400 opere pittoriche e scultoree realizzate dall’Ottocento ai giorni nostri.

A pochi passi dal GAM è possibile visitare la Wolfsoniana, il primo museo italiano di arti decorative e propaganda che hanno visto la luce tra fine Ottocento e inizi Novecento. La raccolta contiene un’incredibile varietà di materiali a testimoniare la complessità culturale del periodo; non solo dipinti e sculture, ma anche arredi, oggetti d’uso quotidiano e i primi esempi di design industriale.

L’ultima lussuosa residenza storica raggiungibile attraverso gli itinerari dei Parchi è Villa Grimaldi Fassio, famosa per il suo roseto, recentemente restaurato, che attualmente conta circa 200 varietà di rose, magnifiche a primavera. All’interno della villa si trovano le Raccolte Frugone che ospitano un’eccezionale rassegna delle più importanti opere dell’Ottocento e della Bella Epoque con firme prestigiose tra cui De Nittis, Fattori, Signorini e Segantini.

Gli amanti delle camminate potranno procedere sulla suggestiva passeggiata Anita Garibaldi, affacciata sul mare e raggiungibile da ognuna delle ville dei Parchi, mentre chi è appassionato d’arte potrà visitare alcune mostre temporanee organizzate in occasione di Euroflora, come la mostra di illustrazione Ciao, presso le Raccolte Frugone, l’esposizione Professione reporter. I pannelli di Oscar Saccorotti per “Il Lavoro” di Genova alla Wolfsoniana o l’esposizione dei coloratissimi Alberi arcobaleno della nerviese Maria Giulia Drago alla GAM.

Durante tutto il periodo di Euroflora, Genova “sboccerà” con le Euroflora Weeks, un insieme di appuntamenti coordinati dal Comune di Genova, dove il biglietto di Euroflora si trasforma in uno speciale pass per visite guidate e sconti per altre eccellenze storico-culturali e turistiche della città come i Palazzi dei Rolli, Palazzo Reale, la Lanterna, Villa Durazzo Pallavicini, Villa Duchessa di Galliera, i Musei Civici, Palazzo Ducale con le mostre di André Kertész, un grande maestro della fotografia del Novecento e Antonio Ligabue, Palazzo Lomellino e il suo giardino segreto, l’Acquario e la Biosfera appena rinnovata.

Per il pregio dell’area, nei Parchi di Nervi dove si svolgerà Euroflora sono ammessi solo 20 mila ingressi giornalieri. Per questo, al momento dell’acquisto del biglietto, è necessario indicare la data scelta per la visita. Il biglietto acquistato è valido solo per la data indicata.

Il biglietto può essere acquistato online su www.euroflora2018.it/biglietti/

In collaborazione con Euroflora

Parchi di Nervi, il cuore di Euroflora 2018