Quali sono le regole di sicurezza sugli sci

Le regole di sicurezza sugli sci sono disciplinate dalla legg numero 363 del 24.12.2003 pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 3 del 5 gennaio 2004

Paolo De Luca

Paolo De Luca Maestro di escursionismo e di sci

Le regole comportamentali sono disciplinate da una legge, la numero 363 del 24.12.2003 pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 3 del 5 gennaio 2004.

La legge obbliga i ragazzi fino a 14 anni a indossare, nell’esercizio della pratica dello sci alpino e dello snowboard, il casco protettivo omologato con caratteristiche di sicurezza stabilite dal ministero della Salute di concerto con il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. È da ricordare anche che la legge in parola regola l’utilizzo delle piste, tutta improntata sulla prudenza e il controllo degli attrezzi.

Chi viene sorpreso senza casco di certo è soggetto a una sanzione amministrativa e un eventuale casco non omologato viene subito sequestrato dalle autorità giudiziarie.

Chi si appresta ad affrontare discese sulle piste, deve rendersi edotto di determinate norme di comportamento che servono a evitare incidenti per se stessi e per gli altri.

Ecco una serie di situazioni in cui gli amanti della neve possono trovarsi:
Attenzione alla velocità! Questa deve essere adeguata sia alla propria preparazione tecnica e fisica sia alle condizioni generali della pista e del tempo. Come per le auto, esiste anche una precedenza che gli sciatori devono rispettare per evitare il pericolo di collisione.

– Poi, in caso di sorpasso, questo può essere effettuato sia a destra sia a sinistra, ma sempre a una distanza tale da consentire le eventuali evoluzioni dello sciatore sorpassato.

Negli incroci si deve dare precedenza a chi proviene da destra secondo le indicazioni della segnaletica.

– “Mai fermarsi!- si deve evitare la sosta in pista se non in caso di assoluta necessità. Questo soprattutto nei passaggi obbligati o senza visibilità.

– In caso di caduta, lo sciatore deve sgomberare celermente la pista”.

– In caso di incidente, non è solo un dovere civico ma occorre aiutare gli sciatori in difficoltà anche per evitare ulteriori pericoli per gli altri.

Mi sembra che le regole siano tutte improntate al buon senso e che la legge non riporti altro che regole di buon comportamento. Certo, percorrere a piedi le piste, non rispettare la segnaletica, comportarsi in maniera da mettere in pericolo gli altri oltre a essere punibile, è disdicevole nella vita civile!

Paolo De Luca Maestro di escursionismo e di sci Nato e cresciuto in montagna, per lui è sempre stato naturale viverla sia d’inverno sia d’estate. La sua passione ha fatto sì che diventasse Maestro di escursionismo e Maestro di sci alpino, collaborando con la Scuola di Sci Claviere (TO) e con la stazione internazionale di Le Deux Alpes (Francia). Amico di Gustav Thoeni, con il campione olimpico condivide la convinzione che in montagna non esistano titoli e che non si finisca mai di imparare, perché il segreto sta nell’umiltà e nel rispetto delle regole dettate dalla sicurezza

Quali sono le regole di sicurezza sugli sci