Tour a Città del Messico, la grande metropoli del Messico

Scopriamo le principali attrazioni di Città del Messico, capitale del Messico, con i suoi edifici imbevuti di storia coloniale e modernità

Il Messico, con i suoi oltre cento milioni di abitanti, il suo melting pot culturale, linguistico, architettonico, etnico e religioso, rappresenta una delle mete turistiche più affascinanti al mondo e ogni anno attira un ingente flusso di visitatori, attratti dalla vastità del suo territorio e dalla sua incredibile biodiversità. Patria di alcune tra le città più popolose e complesse del continente americano, il Messico è caratterizzato da un incredibile patrimonio culturale e storico che vi invitiamo a scoprire insieme noi in questo nostro breve excursus dedicato alle sue principali città.

Città del Messico è al contempo una città, uno stato e la capitale degli Stati Uniti Messicani. Agglomerato urbano di proporzioni impressionanti, Città del Messico conta quasi dieci milioni di abitanti solamente nella città propriamente detta, mentre l’intera area metropolitana si attesta a circa ventiquattro milioni di abitanti Queste cifre stupefacenti fanno di città del Messico una delle più grandi al mondo! Principale centro politico, economico e culturale della nazione, Città del Messico è andata inglobando man mano villaggi e piccoli comuni limitrofi sino ad assumere l’attuale mastodontica conformazione.

Una delle più importanti attrazioni della città è certamente l’imponente Cattedrale metropolitana di Santa Maria Assunta, la principale chiesa cattolica della città, dedicata all’assunzione della Vergine Maria. La cattedrale presenta una suddivisione in cinque navate, che si estendono per oltre cento metri e sono affiancate da un sistema di sedici cappelle, tra le quali vi segnaliamo la cappella dell’Immacolata Concezione, la cappella di Nostra Signora del Guadalupe e la cappella di Nostra Signora dell’Antigua. Di grande interesse anche l’altare del perdono, oggetto di una profonda devozione.

Un altro edificio di grande interesse è il Castello di Chapultepec, situato sull’omonimo monte, il quale sorge all’interno di un vasto parco dal medesimo nome, il cui significato è “monte del grillo” in lingua nahuatl. Situato a oltre 2.000 m.s.l.m., il castello ospita attualmente l’ interessante Museo nazionale di storia e nel corso del tempo è stato utilizzato come accademia militare e come residenza imperiale e governatoriale. Sempre nel parco di Chapultepec troviamo il museo nazionale di antropologia, nel quale è ospitata la più vasta e approfondita collezione di arte precolombiana delle culture Maya e Azteca. Non perdetelo per nessuna ragione questa perla di Città del Messico!

Città del Messico, così come Guadalajara, è caratterizzata anche da edifici recenti e ultra moderni, come l’imponente Torre Latinoamericana, un grattacielo che si trova nel pieno centro storico della città. La Torre, dotata di una bellissima guglia, è stata inaugurata nel 1956 ed è considerata uno dei simboli di Città del Messico, per via della sua notevole altezza, 182 metri, per la quale l’edificio domina lo skyline della città insieme alla più recente torre del World Trade Center Mexico, completata nel 1972 e alta 207 metri.

Vi consigliamo di visitare anche il monumentale Palazzo Nazionale, situato nella Piazza della Costituzione, anch’essa situata nel centro storico di Città del Messico. L’edificio fu costruito nel 1563 e inizialmente presentava un aspetto vagamente medievale, poi modificato nel tempo per via di alcuni incendi e risistemato per poi assumere il volto attuale di palazzo baroccheggiante. Il Palazzo Nazionale fu utilizzato come alloggio coloniale del Vicerè, per poi essere utilizzato come tribunale e carcere della Corte Reale.

Chiudiamo il nostro itinerario di Città del Messico con un monumento assai significativo per la storia della città, la Colonna dell’indipendenza: si tratta di un imponente monumento anche conosciuto come el Ángel per via della figura alata che ne caratterizza la struttura. In verità l’opera consiste in una statua in bronzo ricoperta d’oro, alta quasi sette metri e raffigurante la dea greca Nike, nume tutelare della vittoria e non un angelo come suggerito dal nome popolare con cui è conosciuta. L’opera fu svelata nel lontano 16 settembre 1910 al fine di celebrare e di commemorare i cento anni dell’indipendenza del Messico dal dominio spagnolo.

Tour a Città del Messico, la grande metropoli del Messico