Itinerario magico sulle tracce di Mary Poppins

Con la borsa da una parte e l'ombrello dall'altra, ripercorriamo le magiche orme di Mary Poppins in una Londra inedita e incantata, più bella che mai

I luoghi che fino a questo momento abbiamo sempre osservato attraverso uno schermo sono più reali e magici che mai perché sono gli stessi in cui si sono snodate le sue vicende, quelle della nostra Mary Poppins. L’amica degli spazzacamini e dei pinguini, quella con la borsa di tappeto, la stessa capace di far tornare il sorriso a tutti solo con un poco di zucchero.

E con quella stessa borsa da una parte e l’ombrello dall’altra, e con il naso rigorosamente rivolto verso l’alto, possiamo ripercorrere i luoghi simbolo di quello che è diventato un cult di diverse generazioni, tra realtà e fantasia. Del resto di materiale per sognare ad occhi aperti ne abbiamo tantissimo. A partire dai libri scritti dall’australiana Pamela Lyndon Travers alle pellicole nuove o vecchie.

Quei film, prima interpretato dalla meravigliosa Julie Andrews e poi, di nuovo, da Emily Blunt in Mary Poppins Returns, hanno reso reali tutte quelle atmosfere che prima appartenevano soprattutto alla nostra immaginazione. E allora non ci resta che ripercorrerli, quei luoghi, per rivivere le avventure di Mary Poppins e della famiglia Banks in una Londra più magica che mai.

Cattedrale di St Paul

Cattedrale di St Paul

Il nostro itinerario inizia al cospetto dell’iconica Cattedrale di St Paul, proprio quella che ha fatto da sfondo al primo e al secondo film. A quell’edificio barocco, che Mary Poppins tiene tra le mani inglobato in una sfera di neve, la magica bambinaia ha dedicato anche una canzone.

Non troveremo, invece, l’iconica Cherry Tree Lane dove era situata, nel film, la casa Banks – costruita ad hoc negli studios – ma sono tante le abitazioni nel cuore di Londra che la ricordano. Se invece volete volete toccare con mano l’universo magico che ha dato vita a una leggenda dovrete recarvi a Chelsea al numero 50 di Smith Street, è qui che potrete trovare quella che fu l’abitazione dell’autrice dei libri di Mary Poppins.

In questo itinerario non può assolutamente mancare una visione a 360 gradi dei tetti di Londra. Nel nostro caso non ci sarà uno spazzacamini ad accompagnarci, ma è possibile lasciarsi suggestionare dallo skyline della città salendo in cima alla Golden Gallery.

Se invece volete dilettarvi in una caccia all’uomo, e più precisamente allo spazzacamino Bert che dipinge, potrete recarvi al Regent’s Park che ha ispirato l’iconica scena del film. La magia continua poi al Southbank Center dove potrete salire sul cavallo della giostra vittoriana che abbiamo visto nel film del 1964. In questo caso, per volere, si consiglia di chiudere gli occhi e lasciarsi trasportare dalla fantasia.

Thames South Bank

Southbank Center

L’ultimo luogo da raggiungere, per completare il nostro itinerario magico, ci porta direttamente nella residenziale e tranquilla zona di Hampstead. Qui possiamo trovare l’edificio che ha ispirato la casa dell’ammiraglio.

Non dimenticate anche di passare a Leicester Square, dove ha sede l’Odeon, uno dei cinema più celebri della città. Proprio difronte all’edificio, infatti, è presente una statua dell’iconica Mary Poppins.

Odeon Leicester Square Londra

Statua di Mary Poppins, Odeon Leicester Square Londra

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Itinerario magico sulle tracce di Mary Poppins