Eilat, la città israeliana che sembra un miraggio nel deserto

Sulla punta settentrionale del Mar Rosso, Eilat è una tra le più belle destinazioni turistiche d'Israele: ecco perché

In Israele, sulle rive del Mar Rosso, Eilat avrà presto un nuovo aeroporto internazionale.

Aprirà nei primi mesi del 2019, il Ramon Airport, ed è destinato a portare molti viaggiatori qui, in questa meta turistica in ascesa. Si parla di due milioni di passeggeri l’anno, e di oltre quattro entro il 2030. Ma perché si dovrebbe scegliere di visitare Eilat?

Sita sulla punta settentrionale del Mar Rosso, Eilat è il luogo perfetto per una vacanza di sole e di divertimento, ed è frequentata da compagnie di giovani come da famiglie coi bambini. Già citata nell’Antico Testamento, divenne molto importante durante il Regno di Israele: quando al trono vi era Salomone, fu usata come porto per i commerci verso la penisola arabica e il Corno d’Africa. Oggi, è un centro turistico favorito dalle sue caratteristiche subtropicali, e ha tantissimo da offrire.

Eilat, la città israeliana che sembra un miraggio nel deserto

Ad Eilat attraccano le navi da crociera, e la natura ha creato straordinarie combinazioni di colori: le spiagge bianchissime, il deserto con le sue sfumature viola, i coralli variopinti. Somiglia ad un miraggio, Eilat, che compare all’improvviso nel mezzo del deserto, con le sue palme e i suoi angoli verdi, con gli alberghi bianchi e le vele delle barche che popolano il suo mare.

In questa città israeliana si viene per rilassarsi, ma anche per cimentarsi negli sport d’acqua: si fa vela, windsurf, sci d’acqua, parapendio. Ma, soprattutto, si fa una splendida vita da mare. Con una temperatura dell’acqua che va dai 21 gradi di febbraio ai 25 dell’estate, e con 352 giorni di sole l’anno, Eilat è ideale per una vacanza in ogni momento (anche se a luglio le massime possono toccare i 39°).

Eilat

Una delle sue imperdibili attrazioni è rappresentata dalla Riserva Naturale Coral Beach, dove è possibile ammirare spettacolari coralli e splendidi pesci in un ecosistema marino protetto, attraverso le immersioni o partecipando ai tour d’osservazione con barche dal fondo trasparente o coi sottomarini. A dorso di un cammello, o a bordo di una jeep, è invece possibile fare indimenticabili escursioni nel deserto. Infine, per chi vuole conoscere la storia di Eilat, il posto giusto è il Parco Nazionale Timna Valley, con le sue colonne di Salomone, il Red Canyon e le formazioni rocciose con le incisioni di chi, un tempo, percorreva la Via della Seta.

Come raggiungerla? Si può volare da Tel Aviv (un’ora) o da Gerusalemme (due ore), oppure con volo diretto Ryanair (4 ore).

Eilat

Eilat, la città israeliana che sembra un miraggio nel deserto