Corsica, l’isola dei mille colori

Un mix di paesaggi suggestivi e variegati, cibi semplici e prelibati: dalle spiagge di Porto Vecchio a Bonifacio, senza dimenticare Ajaccio e Calvi

La Corsica è un quadro dai colori contrastanti e pieni. In primavera o in estate, in auto o in bici, offre sempre scorci naturali sorprendenti: il mare ha tutte le tonalità dell’azzurro, i calanchi e le scogliere sfumano dal bianco al rosso, la vegetazione è ricca e verdissima.

E l’interno è tutto da scoprire: monti, vallate, fiumiciattoli, laghi e foreste, che ci portano lontani dalle spiagge e ci regalano una vacanza in quota, tra tradizioni e sapori tipici.

Per godere del mare corso, la scelta parte da Porto Vecchio, terza città della Corsica, ma anche il punto da cui partire per visitare l’estremo sud dell’isola, per approdare nella zona del “dito” (Cape Corse), a ovest del quale si trova lo splendido Deserto degli Agriates.

Sulla strada che collega Porto Vecchio a Bonifacio, possiamo dire che ci sono alcune delle spiagge più belle dell’isola dove, già dalla primavera, è possibile fare il bagno e abbronzarsi sotto i primi raggi di sole.

Dalla favolosa Palombaggia alla caraibica Santa Giulia, senza dimenticare la selvaggia baia di Santa Manza, amata dagli appassionati di surf; il vento qui è una costante. 

Partendo dalle coste incontaminate del sud, dove la Corsica si palesa in tutta la sua bellezza, e spostandosi verso l’entroterra, si osservano meravigliosi panorami montani.

Una vacanza in Corsica è un mix di paesaggi suggestivi e variegati, cibi semplici e prelibati, e, dulcis in fundo, un’ atmosfera assai familiare grazie all’antica tradizione corsa dell’ospitalità. Un popolo gentile, semplice e fiero della propria terra, della propria cultura e della propria lingua.

Per prenotare un traghetto per la Corsica, visita il sito di Moby.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Corsica, l’isola dei mille colori