Ecomostri o gli errori dell’architettura contemporanea nel mondo

Disastri architettonici frutto della mente perversa di alcuni designer

Qualcuno le chiama opere architettoniche, ma la maggior parte li definisce ecomostri. Sono i disastri contemporanei compiuti da architetti visionari che hanno lavorato con l’intento di lasciare un segno indelebile nella storia. Spesso e volentieri, però, si è concluso con uno scempio, fatto ad alcune delle città più belle del mondo.

Ecco quali sono, secondo l’Huffington Post, i sette peggiori disastri dell’architettura contemporanea.

1. National Library, Pristina, Kosovo
Una struttura d’ispirazione post-atomica per la biblioteca di Pristina, ideata dall’architetto croato Andrija Mutnjakovic;

2. Elephant Building, Bangkok, Thailandia
Un imponente grattacielo, più largo che lungo, nel cuore della capitale thailandese, nato da uno sforzo congiunto di Arun Chaisaree e dell’archietto Ong-ard Satrabhandhu. L’elefante è il simbolo benaugurale del Paese, ma a tutto c’è un limite;

3. Walkie-talkie Building, Londra, Inghilterra
Il suo vero nome è 20 Fenchurch Street, ma viene chiamato walkie-talkie per via della forma. Non ancora ultimato – sarà finito ad aprile del 2014 – è già stato molto criticato. Disegnato dall’architetto Rafael Viñoly e costato oltre 200 milioni di sterline, è più largo che alto;

4. Federation Square. Melbourne, Australia
Un centro culturale ideato da una squadra internazionale di architetti, che comprende gallerie d’arte, teatri, locali, hotel. In questa piazza si tengono alcuni degli eventi più popolari di Melbourne;

5. Tropicana Field, St. Petersburg, Florida, Stati Uniti
E’ uno stadio coperto dove si gioca a baseball dove gioca la squadra dei Tampa Bay Rays. Ci si può andare anche in caso di maltempo, anche se la struttura metallica che sorregge le luci e la copertura può diventare molto pericolosa quando le palle rimbalzano e sbattono contro i vetri delle luminarie, facendo piovere schegge sulle teste degli atleti;

6. Torre della televisione Zizkov, Praga, Repubblica Ceca
Questa torre svetta nel bel mezzo della città di Praga. Ideata dall’architetto Václav Aulický negli Anni ’80, ha una particolarità che ad alcuni può anche piacere: lungo la struttura ci sono alcune statue che raffigurano tanti piccoli neonati intenti a scalare le pareti;

7. Palazzo del Parlamento, Kutaisi, Georgia
In questo caso non è tanto l’architettura a essere stata criticata quanto il fatto che l’edificio, opera degli architetti Mamoru Kawaguchi e Kenichi Kawaguch, costata 83 milioni di dollari, ha portato la sede del Parlamento della Georgia a più di 200 km di distanza da quella del Governo. Geniali!

Ecomostri o gli errori dell’architettura contemporanea nel ...