Visitare l’Acropoli di Atene in un tour privato, il lusso non ha prezzo

Oggi c'è un nuovo modo per apprezzare appieno la bellezza e le caratteristiche uniche dell'Acropoli: un tour privato con cui il "lusso non ha prezzo"

Foto di SiViaggia

SiViaggia

Redazione

Il magazine dedicato a chi ama viaggiare e scoprire posti nuovi, a chi cerca informazioni utili.

Se c’è un luogo simbolo della Grecia è l’Acropoli di Atene, la magnifica città sacra che custodisce i quattro capolavori assoluti dell’arte greca, vale a dire il Partenone, tempio dedicato ad Atena Parthenos, protettrice della città, il tempio di Atena Nike, costruito nel 420 a.C. e struttura più piccola della zona con 27 metri di lunghezza e 18 di larghezza, l’Eretteo, tempio a pianta asimmetrica e forme delicate, e i Propilei ovvero l’accesso monumentale.

Ma non sono le uniche meraviglie: da ammirare anche il Teatro di Erode Attico tuttora impiegato per emozionanti spettacoli, la vista sul Teatro di Dioniso, le antiche fondamenta del Tempio antico di Atena Poliàs e il Museo dell’Acropoli nel quartiere di Makryianni.

Si tratta, insomma, di un luogo davvero unico e straordinario Patrimonio UNESCO, che sovrasta la valle di Ilissos dal promontorio roccioso a 156 metri sul livello del mare, una di quelle mete da vedere almeno una volta nella vita. E, oggi, c’è un nuovo modo per apprezzarne appieno la bellezza e le caratteristiche: un tour privato con cui il “lusso non ha prezzo”.

Il tour privato dell’Acropoli di Atene

In realtà, concedersi il tour privato “L’esperienza dell’Acropoli” al di fuori della ressa dei turisti, da soli, senza dover sottostare ai consueti orari di apertura e aspettare ore interminabili alla biglietteria, un prezzo ce l’ha: 5000 euro per un’escursione.

È la nuova iniziativa promossa da Hellenic Eritage e riservata a gruppi di massimo cinque persone, con orari che vanno dalle 7 del mattino fino alla sera anche dopo le ore 20. L’occasione perfetta, quindi, per godersi appieno l’autentica espressione dello stile architettonico dell’Antica Grecia, avere il meraviglioso complesso monumentale “tutto per sé” e poter scorgere l’alba o il tramonto sullo skyline cittadino da un punto di vista privilegiato.

Come accennato, l’esclusivo servizio è disponibile soltanto per 4 gruppi di massimo 5 persone alla volta e include una guida turistica personale e un prezioso ricordo, una riproduzione autorizzata di un manufatto greco che permetterà di continuare ad assaporare l’antichità classica anche a casa.

Sul sito ufficiale è possibile prenotare una visita dal 12 luglio e poi al martedì, al venerdì e al sabato. Il principio è quello già seguito altrove, per esempio alla Reggia di Versailles dove vengono organizzati tour privati per 1000 euro a gruppo.

Un vero e proprio boom di turisti

L’occasione di concedersi un tour privato dell’Acropoli si inserisce in un contesto che vede il simbolo ateniese (edificato nel V secolo a.C.) sempre più “preso d’assalto” dai turisti, in particolare da coloro che arrivano a bordo delle navi da crociera.

Infatti, dando uno sguardo all’estate 2023, si evince come, in determinati giorni, siano stati fino a 23.000 i visitatori provocando infinite code all’ingresso e rappresentando una spia dell’overtourism che sta colpendo la Grecia.

Lo scorso anno, così, l’Acropoli ateniese ha registrato un numero record con quasi quattro milioni totali di turisti e un incremento di oltre il 31% rispetto al 2022, al punto che l’ODAP ha dovuto stabilire delle fasce orarie per tentare di arginare il flusso: la visita al monumento più visitata del Paese è ora limitata a 20.000 persone al giorno, con prenotazione obbligatoria.

Di norma, l’Acropoli è aperta al pubblico tutti i giorni dalle 08:00 alle 20:00. Il biglietto d’ingresso normale costa 20 euro mentre quello integrato con altri siti 30 euro.