Meteo: irruzione artica e neve in pianura

Per i prossimi giorni è atteso un cambio radicale del tempo

Per i prossimi giorni è atteso un cambio radicale di meteo.

I primi effetti sono già visibili. È in atto, infatti, una modesta perturbazione sull’Italia, seguita dalla formazione, prevista per il weekend, di nuove basse pressioni sul Mediterraneo responsabili del tempo instabile anche su diverse regioni della nostra Penisola.

La vera svolta, dicono gli esperti di 3B Meteo, si avrà però nel corso della prossima settimana, quando una corrente polare si metterà in moto verso l’Europa occidentale scendendo direttamente dalla Groenlandia. Questi impulsi, gettandosi sul Mediterraneo occidentale, daranno vita a diversi vortici ciclonici, che andranno a interagire anche con le masse d’aria fredda provenienti dal Nord-Est Europa e che gradualmente andranno a inasprire il freddo su gran parte del Vecchio Continente.

Con molta probabilità, quindi, l’Italia dovrà fare i conti con i vortici ciclonici mediterranei, responsabili di ondate di maltempo a più riprese soprattutto al Centro-Sud e sulle isole, ma con un interessamento anche delle regioni settentrionali.

Proprio sul Nord Italia l’arrivo dell’aria fredda proveniente dai Balcani potrebbe favorire nevicate a quote molto basse, anche in pianura. Neve in collina, invece, al Centro, e copiosa sull’Appennino. Quota neve più elevata al Sud, ma le nevicate non dovrebbero comunque mancare lungo tutto l’Appennino.

Verso la fine della prossima settimana si potrebbe verificare un’ondata di freddo ancora più consistente, soprattutto al Nord, a causa di un’irruzione gelida continentale che colpirà utta l’Europa.

Meteo: irruzione artica e neve in pianura