Vacanza a Hermagor, avventura nella natura della Carinzia

Un viaggio verso l’austriaca Hermagor, in Carinzia, dove fare il bagno nel lago di montagna: avventure incredibili

“Servus in Hermagor” è il gentile benvenuto che i cittadini rivolgono ai turisti, prepariamoci ad entrare in una leggenda antica fatta di tradizioni dal sapore celtico, di dialetti perduti e di misteriosi racconti. Questo è quello che ci si deve aspettare arrivando a Hermagor, città austriaca del distretto della Carinzia a poca distanza dal confine con l’Italia. Il suo territorio abbracciato a nord dalle Alpi della Gailtal e a sud dalle Alpi Carniche gode di una vegetazione lussureggiante, un “polmone verde” custode di un affascinante passato storico.

Il nome Hermagor è stato scelto in onore di Sant’Ermacora, il primo vescovo e patrono del Patriarcato di Aquileia che dominava il territorio nel medioevo. I primi insediamenti nell’area secondo il rinvenimento di alcuni reperti risalgono all’Impero Romano, in epoca celtica. Hermagor era un importante perno per il traffico di minerali ferrosi destinati al commercio con il Mediterraneo, il passaggio dei turchi nel XV secolo distrusse gran parte della zona, ma Hermagor riuscì gradualmente a riprendere possesso delle sue potenzialità e nel 1868 divenne il capoluogo del distretto, fino a diventare nel 1930 una città vera e propria.

Visitando Hermagor potrete ammirare il Castello di Moderndorf e il suo museo etnografico della Gail che ospita oltre 5.000 oggetti della collezione Georg Essl in particolare reperti riguardanti archeologia, cultura popolare e religiosa e paleontologia. In Hermagor regna sovrana la buona tavola con le sue eccellenze locali, tra gli eventi organizzati dalla città il più rinomato è il Festival della pancetta di Gail che si tiene nel mese di giugno così come la Festa dello speck. Per chi ai salumi preferisce il gusto del formaggio è imperdibile l’escursione agli alpeggi della Gaital nell’evento Gailtaler Kaserundwanderweg.

Tra le mete preferite di chi si reca a Hermagor c’è sicuramente il lago Pressegger See che si trova nel secondo canneto più grande dell’Austria, il lago naturale è limpidissimo e la temperatura dell’acqua che raggiunge anche i 28°C permette la balneazione. Sulle sue rive sarà divertente organizzare un picnic e dedicarsi a delle belle passeggiate. Inoltre per chi ambisce a qualche attività sportiva non mancano sul lago e nei dintorni diverse opportunità, dal windsurf alla vela, dal minigolf al beach volley sul lido sabbioso.

Poco distante i più avventurosi potranno divertirsi al Parco Avventura della Carinzia, immersi in un ambiente unico ed emozionante. Il bosco inoltre ogni anno nel mese di giugno diventa la meta preferita di appassionati di giardinaggio e di botanica che si radunano per assistere alla fioritura della Wulfenia, una pianta molto rara che si decora di fiori dalle tonalità azzurre.

D’inverno le abbondanti nevicate colorano di bianco candido il comprensorio di Nassfeld permettendo a sciatori e snowboarder di dimostrare le loro abilità. La stazione sciistica Nassfel-Hermagor è la più estesa del distretto della Carinzia e conta ben 30 funivie e skilift con i quali si può arrivare alle piste. È possibile raggiungere Nassfeld usufruendo della cabinovia Millenium- Express. Numerose anche le piste per lo sci di fondo, mentre chi non ama questo sport potrà trovare laghetti ghiacciati su cui pattinare, provare una discesa con lo slittino su appositi campi, oppure decidere di stare comodamente seduti su di una slitta trainata da cavalli che vi porterà a fare delle belle gite per ammirare i panorami innevati, come se vi trovaste in una delle più belle fiabe.

Hermagor regala inverni freddi dove l’aria frizzante e pungente richiama la tipicità del clima montano. L’estate gode di temperature gradevoli e fresche anche se i mesi di giugno e luglio sono purtroppo soggetti a precipitazioni di carattere piovoso. Il mese di gennaio è quello più freddo e le temperature scendono ad una minima di -6°C ad una massima di 2°C; i mesi di luglio e agosto regalano il tepore dei 13°C gradi fino ai caldi 24°C.

Se non resistete all’idea di recarvi il prima possibile a Hermagor, eccovi qualche suggerimento per raggiungerla. Chi parte in automobile e arriva da nord deve imboccare l’autostrada A10 Tauernautobahn, uscire a Feistritz e seguire le indicazioni per Hermagor; chi arriva da sud invece dovrà percorrere l’autostrada A2 Sudautobahn e oltrepassare Villach e Arnoldstein. Per chi preferisce viaggiare in treno, la ferrovia raggiunge Hermagor passando da Villach. Qualora decideste di prendere l’aereo considerate che l’aeroporto più vicino è quello di Villach che dista circa 100 chilometri dalla città di Hermagor: una volta atterrati potrete arrivare a destinazione usufruendo di autobus o taxi oppure con il treno.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Vacanza a Hermagor, avventura nella natura della Carinzia