Tappe imperdibili e qualche consiglio per un viaggio a Tbilisi

La capitale della Georgia non è ancora stata notata dal turismo di massa, ma Tbilisi è una città ricca di cultura e storia. Scopri cosa vedere

In molti, dopo aver letto il titolo, si staranno chiedendo dove si trova Tbilisi, perché – purtroppo – non è ancora una meta molto gettonata dal turismo di massa. Questa è la meravigliosa capitale della Georgia, che si trova sospesa tra Europa e Asia nel cuore del Caucaso.

Tsibilisi è una terra di cultura, storia, magia e non a caso nell’antichità si pensava che qui si trovasse il famoso Vello d’Oro. Ovunque si ammirano influenze russe, turche, dell’antica Persia: la capitale era un punto strategico, un passaggio obbligatorio per i mercanti che percorrevano la via della seta, ma anche per i vari eserciti che dovevano attraversare il mondo alla conquista di nuove terre. Vediamo insieme cosa vedere a Tbilisi per innamorarsi.

Viaggio a Tbilisi: cosa vedere e dove andare

Oltre ad avere una tale miscellanea di culture e palazzi, chiese e luoghi che lo ricordano, la Georgia offre un meraviglioso ambiente naturale, ricco di panorami stupendi e terme, che merita davvero una menzione.

La zona Avlabari

Qui possiamo ammirare la Cattedrale della Santissima Trinità, che è la principale chiesa ortodossa della capitale. Iniziata nel 1989 per celebrare i 1500 anni dell’autocefalia della Chiesa ortodossa georgiana, è stata terminata nel 2004. Imponente, tanto da lasciare a bocca aperta, ospita anche un’accademia di teologia e la residenza patriarcale. In questa zona possiamo ammirare anche palazzi storici e chiese, tra cui la basilica di Anchiskhati – la più antica di Tbilisi – e la cattedrale di Sioni.

Il Ponte della Pace

Bellissimo e futuristico, progettato dall’italiano Michele de Lucchi e inaugurato nel 2010, il Ponte della Pace è costruito in vetro e acciaio per evidenziare l’attraversamento del fiume Mtkvari dove già passava la via della seta. Il moderno strizza l’occhio all’antico in un grande progetto di riqualificazione della città che sta aprendo Tbilisi a un turismo di sempre maggiore e di qualità.

Il Giardino Botanico della Georgia

Ai piedi della fortezza di Narikala si trova un angolo di natura incontaminata all’interno della città, con cascate, fiori e sentieri panoramici su costoni rocciosi. Il Giardino Botanico della Georgia merita sicuramente una visita.

La Piazza della Libertà

La Piazza della Libertà è famosa per la statua di San Giorgio e per il Vecchio municipio. Questa piazza è una sorta di museo a cielo aperto che ci parla della storia e della tradizione della Georgia: non è difficile infatti trovare – nei locali in zona – concerti di panduri, lo strumento tradizionale georgiano. Nella piazza si svolgono grandi festeggiamenti il 26 maggio, giorno in cui si ricorda la fondazione della Repubblica nel 1918.

Il Museo nazionale della Georgia

Cosa vedere a Tbilisi per avvicinarsi alla cultura nazionale? Sicuramente il Museo della Georgia. Ricco di tesori storici antichi, reperti greci e romani, ospita interessanti sale dedicate alle invasioni russe.

La Fortezza di Narikala

Simbolo indiscusso di Tbilisi, la Fortezza di Narikala è raggiungibile grazie a una cabinovia. Dopo essersi goduti il panorama dall’alto nel tragitto si può apprezzare tutta la maestà della fortezza e della Chiesa di San Nicola, visibile da ogni parte della città grazie al suo altissimo campanile.

Le Terme di Abanotubani

La zona è ricca di acque sulfuree, tanto che Tbilisi è rinomata come località termale. Dopo l’esplorazione della città perché non rilassarsi nei bagni arabi sotterranei? Oppure possiamo optare per i Bagni Orbelliani in superficie, con mattonelle azzurre tradizionali.

Tbilisi: come arrivare, clima e qualche consiglio

Per arrivare a Tbilisi, l’aeroporto di riferimento è Tbilisi-Novoalexyvka o Aeroporto internazionale di Tbilisi. L’accoglienza riservata ai turisti è davvero calorosa, perché la popolazione riesce a vivere i benefici di questo grande fervore di rivalutazione e vede di buon occhio chi decide di trascorrere le proprie vacanze in Georgia.

Il clima di Tbilisi è un po’ quello dell’Europa centrale: molto freddo d’inverno e caldo d’estate. Per un viaggio nella capitale della Georgia meglio evitare dunque i mesi più freddi invernali.

La Georgia non fa parte dell’Unione Europea, per cui la moneta non è l’euro ma il Lari Georgiano. Il cambio è generalmente vantaggioso e comunque c’è da considerare che il costo della vita è più basso della media europea. Non aspettiamoci di non spendere nulla, ma con un po’ di accortezza potremmo fare una vacanza low cost. Per il cambio valuta la città è ben attrezzata: si trovano uffici per il cambio un po’ ovunque e si può prelevare contante da ATM.

Per gli amanti del buon cibo la Georgia sarà un sogno: un mix perfetto di culture per dei pasti eccezionali. Tantissimi i ristoranti a Tbilisi per gustare il Supra, piatto tradizionale, o il Sulguni, formaggio vaccino freschissimo che viene servito solo lo stesso giorno in cui è stato prodotto.

Visitare Tbilisi in sicurezza

Tbilisi non è una città pericolosa per il viaggiatore. Come in tutte le grandi città si possono trovare borseggiatori o truffatori, ma la situazione non è più grave di altri luoghi. Le strade sono ben pattugliate da poliziotti molto cortesi e disponibili. Unico neo? I georgiani guidano un po’ fuori dalle righe e gli incidenti d’auto sono frequenti, quindi se noleggiate un’auto ricordate di stipulare l’assicurazione completa.

Tappe imperdibili e qualche consiglio per un viaggio a Tbilisi