È in Sicilia nell’Isola delle Correnti che Ionio e Mediterraneo si incontrano

Una volta raggiunto il Comune più a sud d'Italia, è impossibile non recarsi presso l'Isola delle Correnti, per uno spettacolo marino unico

Solitamente i paesini che contano circa 3mila anime appena non compaiono in tutte le cartine realizzate. A volte però si fa qualche eccezione, ed è questo il caso di Portopalo di Capo Passero. Ad appena 20 metri dal livello del mare, in provincia di Siracusa, questo paesino minuscolo attira migliaia visitatori ogni anno. Perché? Presto detto, è il Comune più a sud d’Italia.

Per trovare un meridionale più a sud di un abitante di Portopalo bisogna bussare alle porte dell’Africa. Questa non è però l’unica caratteristica a rendere Portopalo così noto. Chiunque metta piede a Siracusa non può evitare una visita qui, con un viaggetto di soli tre quarti d’ora, una volta lasciata la Siracura-Noto.

Il litorale sabbioso conquista tutti i visitatori, che restano ammaliati inoltre dall’Isola di Capopassero. Fino a qualche tempo fa non veniva definita con tale appellativo, risultando unicamente Capopassero. Il motivo è che, senza andare troppo indietro negli anni, questa era unita alla terraferma. Ad ogni modo la distanza resta esigua, così molti bagnanti tendono a raggiungerla a nuoto o con l’ausilio di un pedalò.

Sull’Isola di Capopassero, che lo scrittore Mario Soldati definì “uno dei luoghi più belli del mondo”, sorgerà un complesso alberghiero, non senza polemiche.

Veduta sull’isola di Capopassero (123rf)

La vera attrazione principale è però l’Isola delle Correnti, raggiungibile facilmente affidandosi alle indicazioni, prima di mettere piede a Portopalo. In questo modo, invece di ritrovarsi nel paesino che affaccia sul mare, la strada conduce verso un altro litorale, di fronte all’isola.

L’Isola funge da spartiacque, per così dire, tra il mar Ionio e il mar Mediterraneo. Raggiungere questo luogo è molto facile, considerando la striscia di terra che emerge dall’acqua. Attenzione però al fondale, ricco di scogli. Una volta armati di scarpette adatte, non ci sarà alcun problema. In alternativa ci si potrà sempre arrivare a nuoto.

Costa di Portopalo, le rovine della tonnara (foto 123rf)

Fermarsi e fissare le acque offre una sensazione di pura pace. Sembra quasi ci si trovi al centro del mondo, osservando il bacio tra due mari ricchi di storia, la nostra storia.

È facile vedere i giovani del luogo divertirsi tra ciò che resta di una vecchia postazione militare e, oltre questo, l’Isola delle Correnti propone un suggestivo faro e un’intrigante scogliera.

Isola delle Correnti (foto 123rf)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

È in Sicilia nell’Isola delle Correnti che Ionio e Mediterraneo...