I ricordi sono ciò che più ci manca dei viaggi

Ciò che gli italiani apprezzano di più durante una vacanza è creare nuovi ricordi

La pandemia ha reso più difficile la possibilità di viaggiare, soprattutto all’estero. Quasi tre quarti degli italiani (il 74%) è convinto che, quando avrà la possibilità di tornare a viaggiare, apprezzerà ancora di più il viaggio. E i ricordi che ne derivano. Perché sono proprio i ricordi ciò che manca di più dei viaggi.

È quanto risulta da una ricerca condotta da YouGov per conto della catena di hotel Hilton, una delle più grandi del mondo, con 6.200 alberghi e circa 983.000 camere, in 118 Paesi. Secondo questa ricerca, ciò che gli italiani apprezzano di più durante una vacanza è la possibilità di creare nuovi ricordi (lo sostiene il 58% degli intervistati), tanto che oltre il 69% è d’accordo con l’affermazione: “alcuni dei miei ricordi più belli sono legati a un viaggio o a una vacanza”.

Ma del viaggiare sono mancate molte altre senzazioni, persino quelle negative. Ciò è mancato di più agli italiani che non hanno viaggiato dallo scorso febbraio sono stati al primo posto il lasciarsi alle spalle la quotidianità (56%), seguito dalla possibilità di vivere nuove esperienze (48%) e, terzo, di imparare cose nuove (43%).

I nostri connazionali hanno persino nostalgia di fare la valige (il 20%) e di attendere a lungo il bagaglio all’aeroporto (il 18%).

La pandemia ci sta facendo ripensare ai viaggi fatti nel passato. Sette persone su dieci (71%), infatti, hanno dichiarato che, quando potranno ricominciare a viaggiare, li apprezzeranno ancora di più. Quasi la metà (47%) degli intervistati vorrebbe aver scattato più foto durante le vacanze precedenti per fissare questi ricordi.

E, guardando al futuro, il 40% ha rivelato di aver parlato di viaggi e vacanze con la propria famiglia più del solito. Addirittura il 35% ha intenzione, in futuro, di approfondire la conoscenza del proprio Paese. Tra coloro che hanno intenzione di intraprendere un viaggio nel 2021, il 37% vorrebbe poter scegliere una destinazione in Europa, seguito dal 24% che, invece, preferirebbe rimanere in Italia.

Ma il dato che più colpisce è che il 32% degli intervistati ha dichiarato che, quando finalmente si potrà tornare a viaggiare, realizzerà il viaggio della propria vita. Potrebbe non esserci un’altra occasione, quindi, tanto vale farlo subito.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

I ricordi sono ciò che più ci manca dei viaggi