TGV: riprendono i collegamenti tra l’Italia e la Francia

Il primo treno ad alta velocità effettuerà una sola corsa giornaliera di andata e ritorno tra Milano e Parigi

Ripartono i treni ad alta velocità tra l’Italia e la Francia, dopo lo stop causato dalla pandemia di Coronavirus. Il primo TGV effettuerà, almeno all’inizio, una sola corsa giornaliera di andata e ritorno tra Milano e Parigi. A tendere, il servizio tornerà regolare come nel periodo pre-Covid-19.

Cambierà però il modo di viaggiare a bordo dei treni, e in certi casi bisognerà organizzarsi da casa perché alcuni servizi non saranno più disponibili.

Innanzitutto per entrare in Francia è richiesta l’autocertificazione, disponibile sul sito del ministero dell’Interno francese, anche in versione digitale (la trovate a questo link).

Oltre a prevedere un sistema di prenotazione con posti “alternati” (almeno fino al 2 giugno), per consentire il distanziamento sociale, la SNCF Voyages ha messo in campo una serie di misure di prevenzione volte a garantire a tutti di viaggiare con la massima sicurezza.

Sarà obbligatorio indossare la mascherina e i passeggeri privi del dispositivo di protezione non saranno autorizzati a salire a bordo. In caso di necessità la mascherina potrà essere fornita dal personale a bordo.

Il gel disinfettante sarà messo a disposizione liberamente solo nella tratta italiana del viaggio, mentre in quella sul territorio francese, spiega la compagnia, sarà reso disponibile solo in mancanza di acqua e sapone nei bagni (quindi, mai partire senza gel nella valigia). Le attività di sanificazione e di pulizia dei vagoni saranno inoltre potenziate, aumentandone la frequenza.

Bisognerà ricordarsi anche di portare con sé del cibo, in caso di un lungo viaggio (il Milano-Parigi dura circa otto ore). Per limitare le occasioni di contatto, infatti, i servizi di bar e ristorazione a bordo del TGV sono sospesi, così come accade anche sui treni italiani del resto.

In caso di necessità o di peggioramento della situazione sanitaria, è possibile cambiare o annullare gratuitamente la prenotazione del proprio treno. Per i viaggi fino al 24 giugno si ha tempo fino al 27 maggio, ma l’annullamento può essere fatto entro l’orario di partenza del treno o anche successivamente direttamente online.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

TGV: riprendono i collegamenti tra l’Italia e la Francia