Hai pochi soldi? Puoi andare in vacanza lo stesso. Ecco come

Una vacanza low budget non solo è possibile, ma non è neanche difficile da organizzare: ecco come fare

Arriva l’estate e con essa anche le preoccupazioni per le vacanze da organizzare e i soldi da mettere da parte per potersele permettere.

Sempre più negli ultimi anni aumentano le famiglie che decidono di non fare una vacanza, perché hanno poco denaro da investirci. Secondo un sondaggio di Bankrate, circa un quarto degli americani non andrà in vacanza perché non possono permetterselo. Tuttavia per chi riceve ferie dal periodo di lavoro, non prendersi quei giorni è uno spreco di tempo e denaro.

Amanda Dixon, analista di Bankrate ha sottolineato che è importante utilizzare il tempo per le ferie messo a disposizione dall’azienda, anche solo per rimanere a casa. E soprattutto, per coloro che sono convinti di non potersi permettere una vacanza, ha un consiglio: bisogna essere creativi e pensare fuori dagli schemi.

La prima regola è in realtà controintuitiva ed è quella di non fissare un “budget” per il viaggio. Ciò che bisogna fare è accantonare ogni settimana un po’ di denaro e usare poi il resto per le spese necessarie. Una volta deciso quanto denaro mettere da parte ogni settimana e calcolare quanto possiamo risparmiare in due mesi, si inizia a cercare l’opzione migliore per la cifra finale.

A questo punto, è importante andare al risparmio, senza però rimetterci in qualità. Si inizia cercando una compagnia aerea a basso costo e sia che si viaggi in Europa, sia che si viaggi oltreoceano si possono trovare molte opzioni economiche. Ovviamente, essendo compagnie aeree a basso costo, solitamente partono da aeroporti più lontani dai centri città. Bisogna quindi poi pensare al fatto che il trasporto da e per l’aeroporto non vada poi ad aumentare troppo la tariffa aerea bassa.

È utile anche diventare degli esperti dei viaggi infrasettimanali: giorni come il martedì e il mercoledì sono meno considerati dalla maggior parte dei turisti e i voli costano decisamente meno. Si può poi pensare di optare per una partenza in “tarda estate”, dopo gli inizi di settembre, quando i prezzi sono da media/bassa stagione, le attrazioni sono meno affollate e al contempo il tempo è ancora caldo. L’estate alla fine dura fino al 20 settembre, no?

Deciso il viaggio, bisogna pensare alla sistemazione e anche qui è importante non fare scelte convenzionali. Homeshares, ostelli, couch-surfing sono tra i modi più economici per viaggiare, tuttavia se si preferisce dormire comunque in hotel, è bene guardare alle città più economiche del Paese e non a quelle sovraffollate.

Una volta poi arrivati a destinazione, è importante pianificare un po’ le spese. Anche se mangiare fuori è divertente e rilassante, è meglio cucinare alcuni dei pasti per risparmiare. Non bisogna poi dimenticare l’efficacia del viaggio last minute: con alcune app utili, si può prenotare direttamente la camera d’albergo, voli e crociere per meno di quello che si pagherebbe se si fosse prenotato in anticipo. Non male, no?

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Hai pochi soldi? Puoi andare in vacanza lo stesso. Ecco come