Sils-Maria, il villaggio svizzero che ispirò Nietzsche

Nell'abbraccio delle Alpi Svizzere e nell'incanto della Val Fex, un piccolo eden dove ricaricarsi di energia

Porta d’ingresso per la meravigliosa Val Fex è l’altrettanto affascinante villaggio di Sils-Maria, incastonato in una verdeggiante valle e stretto nell’abbraccio delle Alpi Svizzere.

Un borgo raccolto e silenzioso, con appena 700 abitanti, dall’atmosfera rilassante e familiare che non ha tardato a incantare illustri personaggi a partire dal filosofo Nietzsche, alla ricerca di un luogo di pace per la sua anima inquieta e il suo corpo provato dalla malattia: desiderava una località dove “il cielo fosse sempre allegro” e la trovò proprio qui, a Sils.

Ma non è stato l’unico a innamorarsi dello spettacolo della natura, dei vasti spazi e della luce del cielo terso della piccola cittadina: anche l’artista Beuys e David Bowie non sono rimasti indifferenti e sono moltissime le persone che sostengono che Sils sia una meta di particolare forza ed energia.

Infatti, nella zona sono stati rilevati “valori di Bovis” particolarmente elevati e ciò permette di ricaricarsi di forza ed energia per affrontare al meglio la vita quotidiana.

Questa perla svizzera è ideale per lunghe passeggiate ed escursioni invernali, anche su una slitta trainata dai cavalli. Non lontano dal centro spiccano il Monte Futschellas (2791 metri) da cui si può salire al Corvatsch che, con i suoi 3303 metri di altezza, ospita la stazione montana più elevata delle Alpi Orientali. Da qui, ben 120 chilometri di piste da sci riconducono alla valle.

Ma non soltanto. Gli appassionati di sport invernali potranno praticare curling, slittino, sci di fondo mentre, in estate, gli amanti del trekking avranno l’imbarazzo della scelta grazie ai numerosi percorsi offerti dai sentieri lungo il Futschellas.

Non possono poi mancare passeggiate sulle rive del Lago di Sils, una gita sulle sue acque a bordo della nave di linea più alta d’Europa e un viaggio in carrozza lungo la romantica Val Fex per godere di un panorama incredibile e mozzafiato.

In tale scenario da fiaba, Nietsche trovò la sua dimensione ideale e diede vita al personaggio di Zarathustra, profeta orientale che scende dalle montagne per condividere il suo sapere, alter ego del filosofo tedesco.

La casa dove soggiornò custodisce ancora una piccola biblioteca, libri scritti da lui e a lui dedicati, alcune partiture musicali incompiute e lettere su cui annotava, in particolare, i cambiamenti meteorologici.

Sils-Maria è un piccolo eden dagli spazi infiniti che, oggi come allora, invitano alla riflessione, al contatto con sé stessi e a stupirsi di ogni singolo attimo.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Sils-Maria, il villaggio svizzero che ispirò Nietzsche