La vera Narnia si trova in Italia e ora il mondo la sta scoprendo

Non tutti lo sanno, ma "Le cronache di Narnia" di C.S. Lewis hanno radici italiane: per il nome del suo romanzo, infatti, lo scrittore si ispirò proprio alla nostra Narni.

Famosissima serie di romanzi, tradotta in 47 lingue e con all’attivo oltre cento milioni di copie vendute, “Le cronache di Narnia” affonda (sorprendentemente) le sue radici in Italia.

Il suo autore, C.S. Lewis, si innamorò perdutamente del nome Narnia trovato in un’antica mappa geografica latina, tanto da usarlo per i suoi racconti. Ciò che non tutti sanno, è che quel Narnia stava ad indicare una località d’Italia. Quale? Ovviamente Narni, che la “a” finale l’ha mantenuta per circa duemila anni. Più antica persino di Roma (si stima abbia circa 2700 anni), Narnia era in passato nota per la sua posizione strategica e dominante. La stessa che, in epoca romana e medievale, le regalò un ruolo di primo piano.

La vera Narnia si trova in Italia e ora il mondo la sta scoprendo

Poco meno di ventimila abitanti in provincia di Terni, nel cuore dell’Umbria, Narni si chiamò proprio Narnia per tutto il periodo compreso tra il III secolo a.C. e fino al XIII secolo, sebbene il cambiamento divenne effettivo solo dopo la Rivoluzione Francese. A trattare la questione fu lo scrittore Walter Hopper che – segretario e biografo di C.S. Lewis – più volte parlò nei suoi libri di quel nome e della località ad esso legato.

Quando Walter Hooper chiese a C.S. Lewis dove aveva trovato la parola Narnia, Lewis gli mostrò il suo atlante Murray’s Small Classical Atlas, ed. G.B. Grundy (1904), che aveva comprato quando stava leggendo i classici con il suo istitutore Kirkpatrick presso Great Bookham. A pagina 8 di questo atlante c’è una mappa dell’Italia con le iscrizioni in lingua latina. Lewis aveva sottolineato il nome di una piccola città chiamata Narnia, semplicemente perché amava il suono di questa parola. Narnia – o “Narni” in italiano – si trova in Umbria, a metà strada tra Roma ed Assisi», si legge nel suo “C.S. Lewis: A Biography” del 2002.

Narni

E non è l’unica suggestione, questa, a cui la città di Narnia – Narni è legata. Leggenda vuole che, durante il Medioevo, nel territorio compreso tra Narni e Perugia vivesse un Grifone contro cui le due – fino a quel momento in guerra tra loro – si coalizzarono. Unendo le forze, i due centri riuscirono ad ucciderlo: Perugia si tenne per trofeo le sue ossa (motivo per cui il Grifone sulla bandiera perugina è bianco), e Narni la pelle (il cui Grifone è invece rosso).

Motivi in più per visitare questo straordinario centro, che riserva meraviglie in superficie come sottoterra. E che tutto il mondo, grazie anche all’opera di C.S. Lewis, sta imparando a conoscere.

Narni

La vera Narnia si trova in Italia e ora il mondo la sta scoprendo