In vacanza con l’euro forte: ecco 5 Paesi dove andare subito

Le mete dove conviene andare in ferie grazie alla moneta unica

La moneta unica ha reso più economiche alcune vacanze, soprattutto nei Paesi emergenti colpiti dalle recenti crisi e dalla svalutazione monetaria. Non per essere cinici, ma da sempre per le nostre ferie scegliamo località dove possiamo vivere alla grande spendendo meno che a casa.

Un’analisi del quotidiano tedesco Die Welt rimarca come il recente apprezzamento dell’euro rispetto alla maggior parte delle valute internazionali abbia reso sempre più favorevole la vacanza dei cittadini dell’unione monetaria nei Paesi extra europei.

Per esempio, la forza dell’euro, scrive il quotidiano tedesco, ha reso le vacanze in Turchia più convenienti del 31% (la percentuale di apprezzamento dell’euro nei confronti della Lira turca registrata negli ultimi dodici mesi). Il cambio, insomma, è estremamente favorevole. Inoltre, la Turchia è vicina e ci si arriva tranquillamente con i voli low cost.

Visto che questo è l’anno del Brasile, molti saranno felici di sapere che, grazie all’euro forte, anche questo Paese, per i cittadini dell’unione monetaria, è molto conveniente. Trascorrere le prossime vacanze – non solo estive – in Brasile costa tra il 14 e il 27% in meno rispetto all’Europa per via del Real brasiliano molto conveniente.

Da sempre la Thailandia è tra i Paesi più amati dagli europei. Gli italiani, poi, ne vanno pazzi. Oltre alla solita tappa a Bangkok, solitamente ci si sollazza sulla spiaggia di una delle tante isole del Mare delle Andamane. Inoltre, più il soggiorno è lungo meno costa. Bisogna calcolare che costo della vita in Thailandia è di circa 1/3 rispetto a quello italiano. Per esempio, se anziché scegliere il resort di lusso – che comunque costa meno rispetto a un tre stelle in Italia – si opta per un appartamento, si arriva a spendere 130 euro circa al mese (5.834 Baht tailandesi). Per mangiare fuori si può spende anche solo un euro a pasto (45 Baht).

Un’altra meta tra le più amate è il Sudafrica. Da gennaio a ottobre 2013 sono stati oltre 55.000 gli arrivi. Oltre al fascino dei luoghi che si visitano e dei parchi dove fare i safari (un’esperienza unica che tutti dovrebbero fare nella vita), uno dei motivi per cui molti scelgono il Sidafrica è economico. La vita qui è relativamente meno costosa che nelle grandi città europee. Secondo TripAdvisor Cape Town è la seconda città più economica del mondo dove trascorrere le vacanze. Cibo e le spese legate al tempo libero come uscite al ristorante, a teatro o al cinema costano molto meno. Tra l’altro, è anche Capitale mondiale del Design del 2014 e quest’anno è ancora più bella e ricca di eventi. Per chi pensa a un viaggio fly and drive, poi, è importante sottolineare che la benzina costa poco: 13 Rand al litro, pari a 0,8914 euro.

A parte il costo del volo dall’Europa che incide parecchio, una volta atterrati in Australia il budget per la vacanza sarà contenuto. Nel 2012 sono stati 378.000 i visitatori in arrivo dall’estero, segnando un incremento del 13,1%, record storico per la egione del South Australia. Certo, le città principali come Sydney e Melbourne sono più costose di altre, ma sono moltissimi gli italiani che si sono addirittura trasferiti a vivere definitivamente in Australia e raccontano che il costo della vita è più basso che in Italia. Cosa aspettate a partire?

In vacanza con l’euro forte: ecco 5 Paesi dove andare subit...