Itinerario per visitare Verona in una giornata

Vuoi visitare Verona la città degli innamorati per eccellenza in Italia? Scopri subito i posti da non perdere a Verona e programma il tuo prossimo viaggio

Programmare un weekend a Verona è semplice ma bisogna organizzare nel dettaglio la propria visita. Questa città infatti offre ai visitatori moltissimi luoghi imperdibili, di forte rilievo storico, culturale e tradizionale. La città è famosa in tutto il mondo in quanto scenario della tragedia di William Shakespeare “Romeo e Giulietta”. All’interno dell’opera dell’autore inglese infatti due giovani di due famiglie rivali veronesi si innamorano, creando così uno dei miti romantici e tragici più famosi della letteratura mondiale.

Verona attira quindi turisti da tutto il mondo per la romantica storia di Romeo e Giulietta, ma anche per la grande offerta culturale e artistica della città. Sono moltissime infatti le attività da fare, basta sapere cosa vedere a Verona e, tra antichi palazzi, opere teatrali e musicali, mostre e strutture architettoniche imponenti, la città ha molto da offrire. Verona sorge su una delle aree più antiche d’Italia, abitata sin dal neolitico durante il quale vi erano villaggi lungo l’Adige, motivo per cui anche gli appassionati di storia trovano in questa città un punto di interesse.

La città di Verona: cosa vedere

Verona presenta moltissimi luoghi di interesse culturale e storico, risalenti all’epoca romana, medievale, moderna fino a quella più contemporanea. La città veniva chiamata anche Marmora o Marmorina per il grande utilizzo della pietra e dei marmi nelle proprie costruzioni. Sono tantissimi i monumenti storici presenti nel centro città e non solo, composti da marmi unici e molto antichi. Alcuni esempi sono l’Arena di Verona, il teatro romano, le porte Borsari e Leoni e l’arco dei Gavi. Durante la Signoria di Cansignorio della Scala questo soprannome venne scelto come simbolo della città.

Tra le cose da vedere a Verona ci sono anche moltissimi musei per appassionati di diverse arti e periodi storici. Uno dei più conosciuti è lo Scipione Maffei, un museo lapidario che diede inizio alla raccolta di lapidi ed epigrafi nella musicologia europea. Inoltre c’è il Museo Civico di Storia Naturale, con esposizioni di geologia, paleontologia, zoologia, botanica e collezioni sulla preistoria. Il Museo di Castelvecchio presenta alcune opere rinomate dell’arte italiana ed europea, tra cui opere di scultura, pittura, disegni e armi. Infine il Museo Archeologico al Teatro Romano è un centro di esposizione archeologica, suddiviso in numerose sezioni nelle quali sono presenti urne etrusche, statue in bronzo, vasi greci, epigrafi, statue ed eletti del teatro romano.

Cosa vedere a Verona: L’Arena

Visitare Verona e non ammirare l’Arena di Verona è un grande spreco. Questo monumento è il simbolo della città in tutto il mondo, viene stampato su cartoline, calamite, souvenir di ogni genere e menù. L’Arena è un anfiteatro romano, il terzo di dimensioni in Italia ed emblema di Verona in tutto il mondo. È situato nel centro della città, in piazza Bra, e può essere raggiunto da qualsiasi zona di Verona comodamente a piedi o tramite mezzi pubblici.

La storia dell’Arena di Verona risale a numerosi secoli fa, l’edificazione avviene infatti nei primi decenni del I secolo dopo Cristo, sotto l’impero di Augusto. L’obiettivo dell’imperatore era quello di offrire al popolo un anfiteatro per diverse tipologie di intrattenimento, come spettacoli e sconti con i gladiatori. Nel 265 la struttura prese parte del perimetro urbano, in quanto l’imperatore Gallieno fece costruire delle mure esterne per proteggere la città. L’anfiteatro ha una forma ellittica e misura 75,68 x 44,43 metri.

Nei secoli l’imponente monumento ha subito diverse opere di restauro ed è stato utilizzato per accogliere moltissimi viaggiatori. Negli anni sono state ospitate moltissime opere liriche e teatrali, alcune tra le più famose come La Santa Alleanza, Casino di Campagna e La fanciulla di Gand. Oggi la struttura ospita eventi sportivi e di intrattenimento, nonché moltissimi concerti di artisti italiani ed internazionali, come Leonard Cohen, Spandau Ballet, Duran Durant, Sting, Rod Stewart, Paul McCartney, Alicia Keys, i Pink Floyd, Bob Dylan, Elton John, e molti altri. Se vuoi trascorrere un weekend a Verona potrai visitare la struttura interna, salvo eventi programmati.

La Casa di Romeo e Giulietta

La Casa di Giulietta è uno dei posti da vedere a Verona. Questo palazzo medievale situato in via Cappello ogni anno accoglie milioni di turisti che vogliono porgere omaggio alla famosissima tragedia di William Shakespeare. All’interno del cortile di questa villa medievale è presente poi la Statua di Giulietta ed è tradizione scattare una fotografia con essa toccando un seno, come augurio di buon auspicio. Inoltre all’ingresso di questa abitazione sono presenti muri sui quali è possibile scrivere un messaggio d’amore per il proprio partner o il proprio innamorato, questa parte è infatti coperta di graffiti, biglietti romantici e scritte lasciate dai visitatori.

Moltissime persone che cercano cosa vedere a Verona rinunciano a visitare questo edificio perché non lo reputano autentico. A Verona però hanno vissuto veramente le due famiglie Montecchi e Capuleti (chiamata però Cappelletti), lo stemma di quest’ultima famiglia è all’ingresso della Casa di Giulietta. Lo stemma sulla chiave di volta testimonia quindi la presenza di questa famiglia all’interno del palazzo. Non è ancora stato provato con esattezza l’attinenza tra il famoso balcone della casa in via Cappello e l’effettiva esistenza di Giulietta, nonostante questo però ogni anno moltissimi romantici (e non solo) visitano questa abitazione affascinati dalle leggende e dalle storie delle antiche famiglie veronesi.

Verona in un giorno: Piazza Brà

Piazza Brà è una delle piazze principali della città, nonché uno dei posti da non perdere a Verona. In questa piazza è possibile assaporare un buon caffè in uno dei numerosi bar, oppure sedersi all’ombra di un albero ammirando il panorama. Questa piazza è situata nel cuore del centro storico e offre un’incredibile visione della città e del suo centro.

Il nome di questa piazza deriva dalla parola longobarda “breit” che significa largo. Questa area viene realizzata nella prima metà del Cinquecento, quando venne realizzato il palazzo degli Honorj dall’architetto Michele Sanmicheli. In questo modo infatti viene delimitata l’area e nasce la piazza così com’è oggi. La piazza non ha un forma tradizionale quadrata o rettangolare, in quanto al centro è presente l’imponente Arena.

Nel lato orientale è situato invece il Palazzo Barbieri, un edificio neoclassico progettato da Giuseppe Barbieri, da cui prende il nome la struttura, Danneggiato nel 1945 durante un bombardamento, oggi l’edificio è stato ricostruito ed ampliato e presenta moltissime sale, tra cui Sala del Consiglio, Sala degli arazzi e Sala di rappresentanza.

Piazza delle Erbe

Piazza delle Erbe è uno degli scorci più belli e unici della città. Nella lista delle cose da vedere a Verona questa piazza non può mancare, in quanto è un’area dove palazzi, stature, torri e elementi architettonici di epoche differenti coesistono con armonia. Nell’epoca romana in questa piazza era presente il Foro, il centro della vita di tutti i giorni, con il Campidoglio, Templi e Terme. La piazza è lunga 160 metri e ospita un coloratissimo mercato che ha origine nel 1401, quando Gian Galeazzo Visconti ordinò una colonna del mercato.

La piazza più antica della città si interseca con Via della Costa e via Pellicciai, iniziando da via Cairoli e Corso Sant’Anastasia. Sono numerosissimi gli edifici storici che si affacciano su questa zona della città, tra cui il palazzo del Comune, la Torre dei Lamberti, la Casa dei Giudici, la Casa dei Mercanti e le case dei Mazzanti.

Una vera ciliegina sulla torta è poi il Palazzo Maffei, in stile barocco e arricchito da statue di dei greci. All’interno di questa piazza c’è poi un monumento molto antico, la fondata della Madonna Verona, risalente al 380 e arricchita durante il periodo medievale. Un altro monumento importante è il capitello, detto Tribuna, del XII secolo. Infine davanti a palazzo Maffei è presente il leone di San Marco su una colonna in marmo bianco, che simboleggia la Repubblica di Venezia.

Chiesa di San Zeno Maggiore

La Chiesa di San Zeno Maggiore è una grande basilica visitata ogni anno da moltissimi turisti. Questo edificio viene realizzato tra il X e XI secolo e ospita moltissimi capolavori dell’arte Italiana. La struttura si sviluppa su tre livelli e oggi è uno degli esempi del periodo romanico meglio conservati in Italia. Numerosi sono gli elementi che caratterizzano questa basilica, dal rosone al protiro, dagli altorilievi al frontone. Al suo interno è presente la cripta, la parte centrale e il presbiterio. Il campanile invece è staccato dalla chiesa ed è alto 62 metri. All’interno della Chiesa di San Zeno è presente la Pala di San Zeno di Andrea Mantegna. Un itinerario di viaggio a Verona deve includere questa maestosa basilica.

Piazza dei Signori e Arche Scaligere

Un’altra famosissima piazza della città è quella dei Signori e Arche Scegliere. Simbolo di questa piazza è senza dubbio la grande statua di Dante situata al centro, dedicata allo scrittore toscano dopo che trovò rifugio nella città dopo essere stato esiliato da Firenze. All’interno della piazza ci sono la Loggia del Consiglio, il Palazzo degli Scaligeri e il Palazzo del Capitanio. Da questa piazza si può accedere poi al Mercato Vecchio, un cortile dove è presente la Scala della Ragione.

Castelvecchio

Castelvecchio, chiamato anche Castello di San Martino in Aquaro è un antico castello che oggi ospita l’omonimo museo. Numerose sono le vicende che riguardano la costruzione di questo imponente edificio, tutte includono il ruolo strategico della posizione del castello e il legame con la cinta urbana costruita per la difesa della città. Numerose sono le famiglie che hanno apportato modifiche a questa struttura, che oggi presenta una disposizione planimetrica complessa. A causa di queste continue fasi di costruzione infatti si possono distinguere tre parti: la Corte della Reggia scaligera, la Corte d’Armi e la Corte del Mastio.

Tra le cose da vedere a Verona ci sono sicuramente le Corti del castello. La Corte della Reggia ha una planimetria a trapezio, la Corte d’Armi è quasi rettangolare e ha un recinto merlato e infine il Masti presenta un grande ponte fortificato composto da laterizio. All’interno della struttura è presente il museo civico, allestito tra il 1958 e il 1974 da Carlo Scarpa. Al suo interno sono presenti opere di scultura, pittura, armi antiche, ceramiche, miniatura, antiche campane e oreficerie.

Weekend a Verona: tra piatti tipici ed esperienze uniche

Visitare Verona in un giorno offre la possibilità di vivere moltissime esperienze e gustare piatti unici della tradizione veneta. Grazie ai numerosi eventi e concerti organizzati all’Arena infatti è possibile godere di spettacoli indimenticabili. Inoltre la cucina veronese offre una vasta gamma di risotti e polente cucinate in trattorie tradizionali e ristoranti moderni. Tra i piatti tipici della zona c’è sicuramente la Pearà, un piatto a base di manzo bollito con salsa di pane. Tra gli altri piatti tipici ci sono anche pasta e fasoi, bigoli con le sarde, riso al Tastasal, risotto all’amarone, Pastissada de Caval e le Fritole.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Itinerario per visitare Verona in una giornata