Aurora boreale: che cosa è e dove è possibile vederla

Ecco come viaggiare verso l'aurora boreale, uno degli spettacoli più incredibili della terra

Non c’è niente di più spettacolare dell’aurora boreale. È un fenomeno unico e strabiliante, che ognuno di noi almeno una volta nella propria vita dovrebbe vedere. Da fine novembre a fine marzo, nell’emisfero boreale, questo fenomeno ottico si ripete ogni sera, spettacolare ed indimenticabile come nessun’altra cosa al mondo. Molte sono le leggende ed i miti legate all’aurora boreale e solo nel 1859 si capì che essa era legata all’attività del Sole.

Infatti, le aurore sono prodotte da elettroni e protoni, delle particelle elettriche, che arrivando dal Sole, colpiscono la nostra atmosfera, precisamente la Ionosfera e quando il fenomeno elettrico esaurisce la sua energia, si trasforma in luce, innescando, a contatto con i gas presenti nell’aria, il bellissimo fenomeno dell’aurora. Di giorno le aurore non sono visibili, si comminciano a vedere al crepuscolo, per diventare intense la notte, quando lampi di luce verde, viola o rossi danzano nel cielo, creando effetti ottici inaspettati.

Le scie luminose, caratteristiche dell’aurora boreale, si vedono solo a queste latitudini, esattamente tra i 60° e i 70° di latitudine nord e sud. Il fenomeno si crea poiché il vento solare interferisce con il campo magnetico terrestre, che in quelle regioni è minore e riesce così a generare questo fenomeno. Per via della particolare forma del campo magnetico terrestre, la carica di elettroni provenienti dal Sole si dirige sui due Poli. Infatti le aurore si formano al Polo Nord ed al Polo Sud, che poi viene denominata, a seconda dell’emisfero, boreale e australe.

Più è intensa l’attività del Sole, più visibili e luminose sono le aurore. I cambiamenti veloci e repentini della forma delle aurore sono generate dalle tempeste geomagnetiche, che possono influenzare il funzionamento delle comunicazioni via satellite e che vengono chiamate sottotempeste aurorali. Questo fenomeno può avvenire anche più volte al giorno. La forma di un’aurora boreale può variare, la più nota è quella ad arco, dopo la mezzanotte la scia si restringe e appaiono dei bagliori e dei lampi, che durano per una decina di secondi fino all’alba.

L’aurora boreale si può ammirare tra febbraio e marzo e tra settembre ad ottobre, di solito in coincidenza con gli equinozi, dalle nove di sera all’una di notte. I paesi dove si vede perfettamente, sono: la Scandinavia, la Svezia, la Finlandia e la Norvegia ma il punto di osservazione privilegiato è la Lapponia. Si possono ammirare anche in Canada, Alaska e Groenlandia anche se sono posti meno facili da raggiungere.

Immagini: Depositphotos

Aurora boreale: che cosa è e dove è possibile vederla