Due passi sulla spiaggia fanno bene alla salute mentale. Lo dice la scienza

La vista del mare, dell’oceano e delle acque sconfinate ringiovanisce le menti stanche

Spegnete smartphone e computer, togliete le scarpe e iniziate a camminare scalzi nelle oasi blu più belle che conoscete: è tempo di fare una passeggiata sulla spiaggia, tutti i giorni se è possibile, per ritrovare il benessere mentale e fisico.

La cosa vi stupisce? Siamo sicuri di no, del resto che il mare sia un risorsa incredibile per il nostro organismo è un dato di fatto, ma se a confermarlo è nuovamente la scienza, allora è davvero il caso di passare subito all’azione. Sappiamo bene quanto in realtà, un’immersione nella natura possa farci bene: è il caso dei parchi, dei boschi e di tutti quegli spazi verdi dove il contatto con il territorio è così primordiale da rigenerare mente e corpo. La stessa cosa accade con gli spazi blu, quelli in cui assoluta protagonista è l’acqua.

Le motivazioni sono tantissime, prima fra tutte il fatto che il colore blu, oltre a donare sollievo alla sola vista, è anche uno dei colori preferiti delle persone di tutto il mondo.

La scienza ha più volte sottolineato quanto la vista del mare è capace di rendere più felici le persone e di apportare al corpo e alla mente diversi benefici. L’ultimo studio eseguito dai ricercatori dell’Institute for Global Health di Barcellona, ha confermato che una passeggiata sulla spiaggia, anche di breve durata, migliora la salute mentale, combatte lo stress e la depressione.

Il team di ricerca ha invitato 60 persone a eseguire, tutti i giorni, una passeggiata di 20 minuti al mare e in ambienti urbani. I risultati hanno dimostrato che tutti coloro che hanno trascorso del tempo all’interno degli spazi blu, si sono rivelati immediatamente più felici, vitali e sereni.

La passeggiata sulla spiaggia, conosciuta anche come beach walking, è perfetta per chi cerca un modo per rilassarsi e per entrare in contatto con la natura, staccando da tutto e allontanandosi dalla frenesia e dallo stress quotidiano. Si tratta di un’attività che dona un senso di libertà, elimina lo stress e permette di restare in forma; camminare in spiaggia, infatti, fa consumare circa 600 calorie in un’ora perché muoversi sulla sabbia richiede uno sforzo fisico maggiore.

Nulla però che ci affatichi, intendiamoci, questa attività infatti ci fa sentire subito meglio, tutto merito anche dell’aria di mare e dalla luce solare che ci consente di fare il pieno di vitamina D.

E ancora, l’acqua ci riporta al nostro stato naturale. Tutti, infatti, siamo connessi a questo elemento sin dal principio della vita, ecco perché in prossimità del flusso marino mente e corpo si sentono magicamente a loro agio.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Due passi sulla spiaggia fanno bene alla salute mentale. Lo dice la sc...