Come raggiungere Budelli, l’isola della spiaggia rosa

L'Isola di Budelli è raggiungibile solo via mare e questo aiuta a proteggerla dal turismo di massa. Ecco come visitare la splendida isola sarda.

La Sardegna è in grado di regalare soggiorni in posti veramente unici, con mare cristallino e una cornice naturale impossibile da trovare altrove. Alcuni di questi posti sono più difficilmente visitabili di altri, come l’isola di Budelli.

L’isolotto – che ha una superficie di circa 1,6 km quadrati – è raggiungibile solo via mare ma con un po’ di organizzazione si riuscirà a passare una giornata davvero indimenticabile in questo luogo disabitato e ammirare ciò che lo rende famoso in tutto il mondo: la spiaggia Rosa.

Come raggiungere l’Isola di Budelli

Non è difficile arrivare all’isola di Budelli: il trasferimento via mare è possibile solo dalle località della vicina Costa Smeralda, vediamo quali.

Con i traghetti organizzati

Ci sono diverse compagnie – pubbliche e private – che gestiscono i tour di tutto l’arcipelago che prevedono tappa a Budelli, o che si dirigono direttamente sull’Isola di Budelli. I porti da cui partono i traghetti diretti a Budelli sono quello di Porto Palau, vicino a Olbia, quelli della Costa Smeralda e quello della Maddalena, l’isola più grande e meglio collegata dell’arcipelago. Sempre da questi porti potrete scegliere tra i numerosi servizi di tour giornalieri delle isole più belle dell’Arcipelago della Maddalena.

Purtroppo non tutte le isole si possono visitare perché tutto l’arcipelago fa parte del Parco Nazionale della Maddalena. Le gite organizzate si fermano nei punti migliori per vedere – seppure da lontano – i luoghi di interesse e permettere ai turisti di immergersi nelle acque più cristalline e meravigliose della Sardegna.

Con la propria imbarcazione

Se si vuole raggiungere l’Isola di Budelli con la propria imbarcazione o con una piccola barca affittata, bisogna prima richiedere i permessi necessari da parte dell’Amministrazione del Parco della Maddalena. Il rischio sono sanzioni molto salate! Inoltre, bisogna ricordare che l’accesso è permesso solo in alcune zone dell’isola e bisogna rispettare i limiti di balneazione e navigazione.

La spiaggia rosa e la costa di Budelli

Nonostante le dimensioni, la piccola isola di Budelli vanta 12 chilometri di coste meravigliose che hanno fatto sognare intere generazioni di turisti e appassionati di mare.

La spiaggia Rosa, attrazione principale dell’isola, deve il suo colore a frammenti microscopici di coralli e conchiglie come la Miriapora truncata e Miniacina miniacea. Purtroppo la gran massa di turismo stava alterando l’eccezionalità della spiaggia poiché – nonostante le severe restrizioni – in molti portavano via qualche manciata di sabbia come souvenir. Dato l’alto rischio di deterioramento di questo angolo di paradiso, la direzione del Parco della Maddalena ha proibito l’accesso alla zona.

Il resto della costa non ha nulla da invidiare alla Spiaggia Rosa: c’è un alternarsi di piccole insenature, rocce e scogliere che colorano il mare in maniera unica. Vale la pena di visitare Cala Piatto, Cala Cisternone, Cala di Trana e Cala del Cavaliere. Le acque sono un sogno per chi ama fare sub e snorkeling, sia per i paesaggi sottomarini che per la gran quantità di pesci e crostacei. Ma fate sempre attenzione a non rovinare la fauna e la flora marine.

Budelli: isola pubblica o privata?

L’Isola è da tempo oggetto di un contenzioso per quanto riguarda la proprietà di Budelli. Inizialmente infatti l’isolotto era di proprietà dello Stato ma è stata successivamente privatizzata da una compagnia immobiliare. Recentemente alla questione della proprietà dell’isola si è aggiunta quella del possibile sfratto dell’unico abitante di Budelli: il custode Mauro Morandi, che dal naufragio del 1989 non si è più mosso. La presenza del custode dell’isola sarebbe in conflitto con la volontà di preservarla dal turismo e dall’azione dell’uomo.

 

Come raggiungere Budelli, l’isola della spiaggia rosa