Napoli sotterranea: come visitarla con i tour guidati

Esiste un'altra città sotto la capitale partnenopea: è la Napoli sotterranea. Ecco come visitarla in sicurezza tramite guide esperte

Napoli sotterranea è diventata a tutti gli effetti una delle principali attrazioni della città partenopea, ma di che cosa si tratta? Il sottosuolo di Napoli è vastissimo ed è composto da numerosi cunicoli, gallerie e acquedotti che testimoniano le grandi capacità dell’ingegno umano. Oggi tutto questo patrimonio del sottosuolo è visitabile ed è diventato un’enorme zona archeologica, il cui ingresso è situato in pieno centro storico. Migliaia di turisti si accalcano per entrare in questo mondo parallelo, ma come visitare Napoli sotterranea? Si può visitare in autonomia o serve una guida? È necessario prenotare?
In questo articolo risponderemo a tutte queste domande, e tante altre!

Napoli sotterranea: perché visitarla

Da oltre 30 anni, si può fare un viaggio nella storia lungo 2400 anni, passando dall’epoca greca a quella romana. Fare questo viaggio nel tempo è in realtà molto semplice: ti basterà scendere fino a 40 metri di profondità, in quella che è chiamata la Napoli sotterranea. Potrai ammirare i resti dell’acquedotto greco-romano, ma non solo, anche i rifugi antiaerei della seconda guerra mondiale, il teatro greco-romano e tanti altri monumenti che hanno reso Napoli una delle città più belle del mondo. Ma perché Napoli ha una rete così vasta di cunicoli sotterranei? La sua storia inizia 5000 anni fa, epoca a cui risalgono i primi manufatti rinvenuti nei sotterranei. Prosegue poi nell’epoca greca, quando iniziarono gli scavi per ottenere dei blocchi di tufo per le costruzioni, unitamente alla realizzazione di ipogei funerari.

Il reticolo di vie sotterranee però diventa più corposo durante l’epoca romana, con una complessa rete di acquedotti che attraversava tutta la città. Questi stessi viadotti poi sono stati utilizzati durante la seconda guerra mondiale, come rifugi antiaerei. Quello che oggi si può ammirare è l’incredibile complessità di queste opere di idraulica, ma anche tante testimonianze a livello di graffiti e oggetti, di tutte le persone che hanno vissuto momenti di paura durante il secondo conflitto mondiale, in questi cunicoli. Visitare Napoli sotterranea significa conoscere l’altro volto di Napoli, fatto non solo di cielo azzurro, sole e aria mediterranea, ma anche di grandi costruzioni idrauliche e di un passato che si trova dritto nel cuore della città.

Come visitare Napoli sotterranea

L’ingresso di Napoli sotterranea è situato in pieno centro storico, in via del Tribunale, a pochi passi dal Cristo Velato e dal Duomo, dove ogni giorno transitano migliaia di turisti. L’Associazione Napoli sotterranea si occupa di gestire il sito archeologico e di regolamentarne gli accessi, realizzando anche tour organizzati per ogni esigenza. Non si può accedere alla Napoli sotterranea in autonomia, senza cioè aver prenotato una escursione. Il tour dura in genere 90 minuti ed è fatto in più lingue. Se è la prima volta che visiti Napoli e non vuoi perderti il meraviglioso patrimonio archeologico dei sotterranei, potresti anche unire al tour un’ottima pizza realizzata secondo la tradizione. Le escursioni sono attive tutti i giorni tra le 10 e le 18.

Consigli per la visita di Napoli sotterranea

Si scende fino a 40 metri sottoterra e la pavimentazione non è sempre perfetta, quindi è importante seguire alcuni consigli prima di prepararsi alla visita di Napoli sotterranea. Come prima cosa è importante indossare scarpe comode, possibilmente da ginnastica, che ti permettano di essere agile e di poter affrontare anche un terreno a tratti sconnesso. In secondo luogo, non dimenticare di portare una felpa anche durante la stagione estiva, perché scendendo nel sottosuolo, la temperatura diminuisce molto. Gli spazi interni sono ampi, c’è solo un cunicolo stretto la cui percorrenza è facoltativa, pertanto è un percorso idoneo anche per chi soffre di claustrofobia.

Napoli sotterranea è perfetta anche per i bambini e gli anziani, non ci sono percorsi difficili, ma è sconsigliato visitarla con il passeggino, perché si devono percorrere più di 120 gradini per scendere e non sono presenti ascensori o scale mobili. È molto importante valutare l’assenza di ascensori o scale mobili, anche in caso di difficoltà motorie. Se non vedi l’ora di immergerti nei sotterranei di Napoli e lasciarti incantare dall’incredibile Galleria Borbonica organizza il tuo viaggio e preparati a vivere emozioni indimenticabili!

Cosa vedere nalla Napoli sotterranea

@Shutterstock

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Napoli sotterranea: come visitarla con i tour guidati