Una strana luce blu illumina San Diego

Circa 20 miglia di costa tra le più belle della California interessate da un imprevedibile fenomeno che attira migliaia di visitatori

Spiagge meravigliose rese ancora più magiche da un fenomeno che trasforma il mare in un cielo stellato. E’ quanto sta accadendo a San Diego, in California, tra le località di La Jolla e Encinitas: 20 miglia di coste tra le più belle, raccolte e suggestive le cui acque scintillano di notte in una sorta di versione liquida dell’aurora boreale.

Un colore intenso, profondo e straordinario che nasce da un meraviglioso fenomeno naturale, quello della bioluminescenza, risultato di una “marea rossa” che in questi giorni si è sviluppata al largo delle coste californiane e formata dall’aggregazione di dinoflagellati (alghe microscopiche acquatiche contenenti clorofilla).

Il colore dell’acqua, rosso durante il giorno, diventa verde-azzurro elettrico a partire da un pio d’ore dopo il tramonto a causa degli impulsi elettrici inviati alle microalghe dai movimenti delle acque circostanti. In particolare gli impulsi elettrici aprono i canali dei protoni, innescando una serie di reazioni chimiche che finiscono per attivare una proteina detta luciferase che produce la luce azzurra.

Un fenomeno eccezionale, imprevedibile e della durata di pochi giorni. “Non possiamo sapere in anticipo quando accadrà, quanto durerà e davvero non ne capiamo le dinamiche” – ha riferito Michael Latz, esperto in bioluminescenza presso la Scripps Institution of Oceanography della UC San Diego. “L’ultima volta che si è verificato a San Diego – prosegue Latz – è stato nel settembre 2013; nel 2011 ne abbiamo avuto uno di proporzioni ancora maggiori”.

Proprio perché le maree rosse sono imprevedibili e non tutte producono bioluminescenze, fotografi e curiosi hanno letteralmente invaso le spiagge californiane per ammirare questo meraviglioso gioco della natura.

foto Twitter

Una strana luce blu illumina San Diego