Abbandona la sedia a rotelle e gira il mondo sulle spalle dei suoi amici

Affetto da atrofia muscolare spinale, Kevan Chandler si è trasformato in un sorta di "zaino umano"

Alcune storie sono così belle da sembrare la trama di un film, e invece sono più che reali. È il caso di un uomo che, impossibilitato a camminare, viaggia per il mondo sulle spalle dei suoi amici.

Kevan Chandler è nato in Florida con una grave forma di atrofia muscolare spinale, una malattia genetica che agisce sul movimento muscolare volontario. A causa di questa patologia si è sempre spostato con l’ausilio di una sedia a rotelle ma, nel 2016, si è imbarcato in un’avventura che avrebbe cambiato per sempre il corso della sua vita. Kevan ha deciso di compiere un viaggio attraverso l’Europa facendosi scortare sulle spalle dei suoi amici come un vero e proprio “zaino umano”, e presto racconterà l’esperienza in un libro.

Abbandona la sedia a rotelle e gira il mondo sulle spalle dei suoi amici

Aiutato dai suoi amici Tom Troyer, Philip Keller, Benjamin Duvall, Danny Tenney e Luke Thompson, Kevan ha trascorso tre settimane in Europa, visitando luoghi non accessibili alle persone su una sedia a rotelle. Per l’occasione i suoi accompagnatori hanno disegnato una speciale struttura che ha permesso di trasportare il giovane autore con maggior semplicità attraverso i confini di Francia, Inghilterra ed Irlanda.

Dopo essere arrivati a Parigi, i ragazzi hanno visitato Samois-sur-Seine e la dimora del chitarrista Django Reinhardt, idolo indiscusso di Kevan. Si sono poi spostati in Inghilterra, per vedere alcuni luoghi legati agli scrittori J.M. Barrie, G.K. Chesterton e C.S. Lewis, e sono infine arrivati in Irlanda sull’isolotto di Skellig Michael per ammirare l’Atlantico. «Tornando a casa ci sentivamo come fratelli. Avevamo vissuto un incredibile avventura insieme ed eravamo tornati cambiati. Il mondo non era più lo stesso per noi» ha spiegato Kevan.

Le sue avventure saranno raccolte nel libroWe Carry Kevan: Six Friends. Three Countries. No Wheelchair’’(Noi abbiamo trasportato Kevan: sei amici, tre Paesi, nessuna sedia a rotelle), in uscita all’inizio del 2019. Con questo volume Kevan vuole informare su patologie come la sua ed aiutare a risolvere i problemi di accessibilità che troppo spesso impediscono alle persone sulla sedia a rotelle di godere delle bellezze del mondo. Oltre al libro, comunque, nel suo immediato futuro ci sono nuove entusiasmanti avventure: prossima meta? La Cina, con la sua inespugnabile Muraglia.

Abbandona la sedia a rotelle e gira il mondo sulle spalle dei suoi amici

Abbandona la sedia a rotelle e gira il mondo sulle spalle dei suoi&nbs...