Volontari all’estero: come scegliere i campi di lavoro 2016

Anche per il 2016 sono centinaia le proposte di campi di lavoro all'estero per ragazzi, adulti e famiglie

La solidarietà può essere praticata in varie forme, tra quelle più formative e di maggiore utilità ci sono decisamente i campi lavoro per volontari. Centinaia sono i progetti che associazioni ed organismi internazionali propongono. Particolarmente interessanti sono quelli all’estero. Quanti decideranno, infatti, di trascorrere il proprio tempo libero o magari un anno intero in un’altra nazione, europea e non, hanno un’ampia possibilità di scelta, già a partire dal mese di marzo 2016.

Una volta deciso di partire come volontario bisogna innanzitutto scegliere per quale area di intervento si intende candidarsi. Se l’interesse è per l’ambiente e la salvaguardia del patrimonio paesaggistico, allora vale la pena di dare uno sguardo ai vari progetti che Legambiente propone. Ecco alcune delle nazioni nelle quali saranno attivati i campi lavoro: India, Islanda, Giappone, Indonesia, Costa Rica, Nepal. Vi è, inoltre, un progetto speciale che va da febbraio a dicembre, presentato dall’associazione Young Researchers of Serbia, che cerca volontari dai 18 ai 30 anni per un servizio di volontariato europeo. Ai campi lavoro di Legambiente possono partecipare ragazzi dai 15 ai 17 anni, adulti e famiglie. Solitamente l’associazione garantisce vitto e alloggio ai volontari i quali, però, devono versare un contributo, che va dai 150 ai 240 euro, oltre alle spese di viaggio per raggiungere la destinazione prescelta.

Lavori di ristrutturazione, archeologia, progetti con bambini e disabili, eventi culturali sono invece alcuni dei temi dei campi lavoro all’estero presentati da YAP. Attualmente sono più di 600 le iniziative disponibili e per le quali ci si può candidare. I progetti vengono divisi per aree geografiche, poi per nazioni ed infine per associazioni. Quelli per minorenni dai 15 ai 18 anni sono sotto la voce TEEN CAMPS. Per i campi lavoro YAP il contributo a carico del volontario è di 150 euro.

Anche SCI, associazione laica di volontariato internazionale, offre una buona scelta di progetti per attività di utilità sociale, all’estero. Si può partire, ad esempio, per la Cambogia, Thailandia, Palestina, Turchia e dedicare al campo lavoro almeno alcune settimane, con un impegno che va dalle 4 alle 7 ore al giorno, più una parte di studio attinente al tema del campo stesso. Nella scelta del progetto a cui aderire, il consiglio è di accertarsi di possedere le capacità linguistiche richieste. Solitamente viene richiesta una buona conoscenza della lingua inglese.

 

 

Volontari all’estero: come scegliere i campi di lavoro 2016