Volare in gravidanza: le regole Turkish Airlines

Per volare in gravidanza con la Turskish Airlines serve il permesso rilasciato da un medico specialista. Inoltre ci sono altre restrizioni da considerare

Per volare in gravidanza con la Turkish Airlines serve l’autorizzazione di un ginecologo, che confermi un buon stato di salute generale della viaggiatrice. Tale documento è necessario indipendentemente dal periodo che sta attraversando il feto. Ovviamente, alle prime settimane, quando non si vedono degli evidenti segni fisici della gravidanza, è possibile viaggiare in gravidanza senza alcun genere d’intralcio. Tuttavia, qualora si raggiunga il periodo dei 25 o i 28 mesi sarà necessario recarsi dal dottore e farsi rilasciare l’apposito permesso. Il medico, preferibilmente ginecologo, potrebbe sottoporre la viaggiatrice ad alcuni esami.

Questi servono solo per accertarsi della salute della donna. Qualora tutto sia positivo, il medico rilascerà alla futura madre un’autorizzazione utile per volare in gravidanza con la Turkish Airlines. La donna incinta dovrà esibire il documento al momento dell’acquisto del biglietto, e solo qualora venga richiesto. Nel periodo che va dalle 32 alle 35 settimane è impossibile del tutto viaggiare con l’azienda proveniente dalla Turchia . Come in molte aziende, questa restrizione è necessaria per salvaguardare la sicurezza della cliente stessa, oltre che delle altre persone presenti a bordo.

Inoltre, ci sono delle restrizioni da rispettare anche dopo il parto. La madre non potrà viaggiare con le linee della Turkish Airlines prima di una settimana dal parto. La stessa regola è valida anche per il neonato, che dovrà aspettare una settimana prima d’intraprendere il suo primo viaggio in aereo. Al di la di questo, non ci sono altre restrizioni e la donna può volare in gravidanza senza alcun tipo di problema. Tuttavia, è comunque meglio prestare ascolto ad alcuni consigli, che le possono rendere il volo maggiormente facile da svolgere.

Innanzitutto è consigliato recarsi all’aeroporto con un largo anticipo, per svolgere tutte le procedure d’imbarco in modo tranquillo e sereno. Una volta sull’aereo bisogna mettersi comodi e allacciare la cintura di sicurezza in zona pelvica, in modo che questa non faccia pressione sulla pancia della donna. Bisogna anche ricordarsi di non mangiare cibi troppo pesanti: meglio limitarsi con qualche insalata e del formaggio. L’ultimo, e il più importante, consiglio, è quello di godersi il viaggio. Niente stress, niente panico, niente paura. Le uniche cose che servono è un po’ di spirito d’avventura e tanta serenità. Andrà sicuramente tutto nel migliore dei modi.

Volare in gravidanza: le regole Turkish Airlines