Volare in gravidanza: le regole Tap Portugal

Volare in gravidanza con la Tap Portugal può essere divertente. Tuttavia, la compagnia aerea portoghese richiede alcuni documenti

Per volare in gravidanza con la Tap Portugal non serve compiere particolari sforzi, ma per garantire una maggiore sicurezza di volo ai propri clienti, l’azienda del Portogallo richiede alle future madri un permesso medico. Per averlo è necessario che la donna incinta si rechi presso un ginecologo e si faccia rilasciare l’apposita autorizzazione per volare in gravidanza con la Tap Portugal. Generalmente non ci vuole molto tempo affinché la certificazione dello stato di salute della cliente venga rilasciata. Bisogna però ricordarsi che il dottore può chiedere alla cliente di svolgere degli esami generali.

Questi sono rappresentati dalle analisi del sangue, dell’urina e di altri fattori biologici. Una volta completata la visita, il dottore rilascerà un’apposita autorizzazione, che la futura mamma dovrà mostrare agli impiegati dell’azienda al momento dell’acquisto del biglietto nell’aeroporto. Per volare in gravidanza con la Tap Portugal è richiesto il permesso fino alla 32° settimana. Dopo questo limite temporale la possibilità di viaggiare usufruendo degli aerei della ditta portoghese è del tutto negata.

Inoltre, ci sono dei limiti temporali da rispettare anche dopo il parto. Indipendente se quest’ultimo si è svolto per mezzo di un’operazione chirurgica o meno, la paziente deve aspettare una settimana prima di viaggiare con l’aereo. Lo stesso discorso è valido anche per il neonato: dovranno trascorrere 7 giorni dalla sua nascita prima del suo primo volo. A parte tutte queste limitazioni imposte solo per una questione di sicurezza, esistono molti consigli utili per svolgere un viaggio in aereo molto più rilassante. In primis, bisogna ricordarsi dell’importanza di arrivare all’aeroporto di partenza con un largo anticipo.

Avere una sufficiente riserva di tempo permette di svolgere le operazioni di check-in in calma, senza stress per l’organismo della madre e per il feto. Una volta salita sul bordo, la donna può chiedere al personale dell’aereo di mettersi in un posto con abbastanza spazio libero e allacciare la cintura di sicurezza direttamente sotto alla pancia, nella zona pelvica. I sistemi di sicurezza dell’aereo non devono in alcun modo fare pressione sulla pancia della cliente. Inoltre la donna deve bere molta acqua semplice o con limone , preferibilmente a piccoli sorsi.

Volare in gravidanza: le regole Tap Portugal