Volare in gravidanza: le regole Iberia

Volare in gravidanza: quali sono le regole generali per volare durante il periodo della gestazione, con particolare riguardo alla compagnia di bandiera spagnola

Quali sono le regole per volare in gravidanza con Iberia? In linea di massima tutte le compagnie aeree concordano sul fatto che dopo la trentaseiesima settimana non si può assolutamente volare in aereo, anche se le regole cambiano leggermente da compagnia a compagnia. Per quanto riguarda la compagnia di bandiera spagnola, l’Iberia, è stato fissato il limite delle 36 settimane per una gravidanza normale, mentre 32 per quelle multiple o a rischio per viaggiare in aereo .

In caso si debba viaggiare per cause di forza maggiore bisogna presentare idoneo certificato redatto dal proprio medico ginecologo. In tutti gli altri casi bisogna rivolgersi al Servizio medico della compagnia aerea Iberia. Una settimana dopo il parto è di nuovo concesso di volare. La compagnia low cost Vueling, dipendente da Iberia, non consente in nessun caso di viaggiare in gravidanza ] dopo la trentaseiesima settimana di gestazione, nemmeno presentando un certificato medico. Bisogna sempre e comunque affidarsi anche al buon senso prima di intraprendere un viaggio in aereo, soprattutto se si tratta di voli a medio e lungo raggio.

Perché si sconsiglia di prendere un aereo a una donna incinta? I lunghi viaggi possono aumentare il rischio di trombosi, già incrementato dallo stato di gravidanza, dovuto all’incremento della pressione atmosferica. Inoltre è sconsigliato volare dopo la trentaseiesima settimana perché un ipotetico atterraggio di fortuna, o le perturbazioni che si trovano in volo potrebbero innescare le contrazioni e indurre al parto. Cosa a cui il personale di bordo non è certo preparato a fare, anche se le assistenti di volo delle grandi compagnie sono preparate a farlo in caso di emergenza.

Inoltre le donne in gravidanza che soffrono di ipertensione, diabete gestazionale, anomalie della placenta e altri disturbi causati dalla gestazione dovrebbero evitare proprio di prendere l’aereo. Quindi il nostro consiglio è quello di valutare attentamente se sia il caso di viaggiare in aereo o se può esserci un’alternativa migliore, come l’auto o il camper. Prima di acquistare un biglietto aereo informatevi presso gli uffici preposti della compagnia aerea con cui avete intenzione di volare, per non trovare brutte sorprese una volta giunte in aeroporto. Le regole da seguire per volare in gravidanza con Iberia sono molto ferree, per il benestare della donna e della compagnia stessa.

Volare in gravidanza: le regole Iberia