Visto turistico per il Myamar: dove richiederlo, costi e durata

Visto turistico per il Myanmar: dove rivolgersi per inoltrare la domanda e ottenere questo permesso per recarsi in territorio birmano in vacanza. Tempi e costi

Il visto turistico per il Myanmar si ottiene esibendo un passaporto valido 6 mesi, il piano di viaggio, due foto tessera recenti e a colori, il modulo di richiesta incarico e il versamento del diritto consolare pari a 20 euro. Anche per il visto turistico è necessario fornire i dati della società per cui si lavora, o per la quale si ha lavorato in passato per chi è in pensione. I tempi di consegna si aggirano intorno ai 10 giorni. La tassa per il visto d’ affari ha invece un costo di 36 euro; è prevista la presentazione della lettera d’invito da parte dell’azienda birmana con cui si deve collaborare.

Il visto turistico per il Myanmar ha un costo di 50 dollari, una durata di 28 giorni ed è a ingresso unico. Online è possibile ottenere un documento che consente di ricevere il visto all’arrivo in territorio birmano, il Visa On Arrival, per il quale bisogna versare un’ulteriore somma di denaro. Il visto per affari invece ha un costo approssimativo di 70 euro. Oltre al visto, per chi si reca nel Myanmar per lavoro o per altri particolari esigenze, serve un permesso speciale rilasciato dall’ufficio immigrazione.

La richiesta dei visti diversi da quello turistico deve essere corredata dal passaporto valido 6 mesi, da due foto tessera recenti e a colori con sfondo bianco, dalla fotocopia della carta di identità o patente di guida e da due moduli compilati richiedibili all’Ambasciata del Myanmar a Roma. Una volta ottenuto il visto l’ufficio immigrazione deciderà se farvi entrare o meno. Il visto infatti può essere revocato nel caso siate scoperti a trasportare merci che non avete precedentemente dichiarato come gioielli e altri preziosi. Si ricorda inoltre che la cifra massima di contanti trasportabili è diecimila dollari.

Non dimenticate che la patente di guida non può assolutamente essere usata in Birmania , perciò se avete intenzione di noleggiare un’auto, dovete prenderla con l’autista. Prima di procurarvi il visto turistico per il Myanmar dovete sapere che ci sono alcune vaccinazioni consigliabili da fare. Si tratta di quella contro l’Epatite A e B, la Difterite, il Tetano e il Tifo. La profilassi antimalarica è consigliata solo a chi ha intenzione di frequentare le zone rurali. Bisogna anche tenere presente che ci sono alcune zone totalmente vietate ai turisti. Tali informazioni sono reperibili presso l’Ambasciata.

Visto turistico per il Myamar: dove richiederlo, costi e durata