Visto turistico per l’Egitto: dove richiederlo, costi e durata

Visto turistico per l'Egitto: quando serve, come e dove inoltrare la domanda, quanto costa e quanto dura il permesso per visitare questo Paese del Nord Africa

Il visto turistico per l’Egitto era obbligatorio fino all’anno scorso, veniva rilasciato in aeroporto e aveva una durata massima di tre mesi e per una permanenza di trenta giorni. Oggi è possibile richiederlo solo facendo domanda al Consolato Generale dell’Egitto di Roma o Milano tramite la presentazione della domanda allegata al passaporto, una copia della carta identità e a due foto tessera a colori, recenti. I cittadini italiani che si recano in vacanza in Egitto per periodi non superiori ai trenta giorni sono esentati dalla presentazione del visto mentre tutti i cittadini provenienti dall’Uzbekistan in nave devono presentarlo.

Se si è impossibilitati a recarsi all’Ambasciata o al Consolato egiziano di Roma e Milano, è possibile incaricare un’agenzia accreditata di occuparsi del visto. Il costo sarà maggiore ma le pratiche saranno disbrigate in modo facile e veloce. Per recarsi in vacanza in Egitto dall’Italia, oltre al visto non è nemmeno obbligatorio il passaporto, perché grazie a specifici accordi tra i due governi è sufficiente la carta d’identità. Ricordiamo che in caso di utilizzo del passaporto, è necessario non avere alcun timbro di ingresso in Israele sul documento, altrimenti non potrete entrare nei paesi musulmani.

I minori di 14 anni dovranno produrre anche un certificato di nascita. Il costo del visto turistico per l’Egitto in aeroporto o al Consolato è di soli 22 euro, mentre se viene rilasciato tramite l’agenzia intermediaria il costo raddoppia. L’Egitto è un paese islamico pertanto è suggeribile rispettarne la cultura, da quando si mette piede sul loro territorio all’arrivo in aeroporto. Questo significa per le donne, avere un certo riguardo nello stile e nell’abbigliamento che non dovrebbe essere troppo provocante. Al momento sarebbero da evitare i viaggi in Egitto .

La Farnesina sconsiglia i viaggi in Egitto e in località diverse dai resorts sul Mar Rosso che non sono indispensabili. Il visto per gli studenti, ad esempio, può essere richiesto solo dopo essere entrati in Egitto con un visto turistico, presso le autorità competenti. Solitamente questi visti vengono rilasciati per un periodo sei mesi, pari al semestre universitario. Chi viaggia per motivi d’affari dovrà presentare, oltre al visto , anche una lettera accompagnatoria della propria compagnia che giustifichi le motivazioni reali del viaggio in territorio egiziano.

Visto turistico per l’Egitto: dove richiederlo, costi e dur...