Viaggio nel paradiso di Guadalupa

Viaggio alla scoperta di una perla nel Mar dei Caraibi

Guadalupa è un isola delle Piccole Antille, che insieme ad altre piccole isole costituisce un dipartimento francese con 32 comuni. Il territorio è costituito principalmente dalla foresta pluviale e dalle coltivazioni di banane.

Le piccole cascate interne offrono luoghi incantati dove fare il bagno e scattare splendide fotografie alle rocce carsiche della zona. Il periodo migliore per andare in vacanza in questi luoghi è quello che va da dicembre a maggio, la stagione secca, onde evitare di incappare in forti temporali tropicali e uragani negli altri mesi dell’anno.

Passeggiare in mezzo alla giungla consente di ammirare l’albero del pane, le acacie, vari tipi di cactus, oltre a piante da frutto quali la papaya, il cacao e il tamarindo.

Le aree interne con lagune paludose sono invece il regno delle mangrovie. La foresta è abitata da manguste, procioni e diverse varietà di uccelli variopinti. Numerose le escursioni chi possono fare all’interno dell’isola, anche in canoa; ma l’attività più praticata dai turisti è l’immersione. Il fondale offre una miriade di coralli colorati e pesci di ogni forma e colore.

Durante una vacanza a Guadalupa è d’obbligo una visita al giardino botanico, dove potrete ammirare bellissimi fiori tropicali come le orchidee o fotografare i pappagalli che vivono al suo interno.

Altra escursione interessante, ma un po’ cara a detta dei turisti, è quella a la Soufrière, una passeggiata impegnativa sulle pendici del vulcano, da dove potrete godere di un panorama magnifico. Si possono raggiungere anche i Caraibi con poche ore di navigazione in barca a vela. Le spiagge sono una più bella dell’altra, ma vi suggeriamo St.Anne Beach, molto ampia e con un mare cristallino e sabbia bianca. La spiaggia è raggiungibile in taxi per pochi dollari dal porto.

La sera ci si può fermare a mangiare una delle specialità tipiche della zona, come i piatti a base di carne di maiale o il pollo al platano. La cucina è un mix di origini spagnole e caraibiche. Molto diffusa ovviamente anche la cucina francese e piatti di origine di creola, oltre a una moltitudine di crostacei preparati nei modi più diversi.

Guadalupa ha un fuso orario di -5 ore rispetto l’Italia in inverno e -6 in estate. La lingua ufficiale oltre al francese è il patois, una sorta di dialetto creolo. L’isola è raggiungibile in aereo con voli diretti da Parigi Charles de Gaulle che atterrano all’Aeroporto Internazionale di Pointe-à-Pitre in dieci ore di volo.

 

Immagini: Depositphotos

Viaggio nel paradiso di Guadalupa