Viaggiare in gravidanza in auto e in aereo, i consigli

Viaggi in gravidanza: tutte le informazioni utili per sapere come comportarsi in vista di un viaggio in auto o in aereo durante il periodo della gestazione

I viaggi in gravidanza alcune volte non sono raccomandati, proprio per tutelare la salute del bambino e della futura mamma. Ad esempio, nel caso di un viaggio in aereo, è consentito alla donna gravida di viaggiare entro, e non oltre la trentaseiesima settimana di gestazione. Questo perché, innanzitutto, in caso di parto improvviso e prematuro il personale aereo non è attrezzato per intervenire in questo senso. Alcune compagnie aeree fissano il limite di viaggiare in gravidanza addirittura alla trentesima settimana, In ogni caso alle donne con gravidanze a rischio non è consentito prendere l’aereo.

La nostra compagnia aerea di bandiera, Alitalia, consente di volare entro e non oltre le 36 settimane; per i periodi successivi è necessario essere munite di un certificato medico di idoneità al volo. Per le gravidanze a rischio e per quelle gemellari è sempre necessario farsi rilasciare tale documento dal proprio medico. La compagnia di volo Ryanair consente il viaggio libero entro la ventisettesima settimana, dopo la quale serve il certificato. Ryanair non accetta passeggere con gravidanze a rischio in nessun caso, nemmeno con regolare certificato medico.

Alcune compagnie, come ad esempio l’ Iberia, ritengono che fare volare in gravidanza dopo la trentaseiesima settimana, non sia raccomandabile. Su questo concordano tutte le compagnie aeree. E’ molto importante, prima di acquistare un biglietto aereo, informarsi presso le autorità preposte su quali sono le norme da seguire in materia di viaggi in gravidanza e in viaggio con un neonato Soprattutto perché le compagnie aeree declinano ogni responsabilità sul negato permesso di volo o di entrata in un Paese per le donne in gravidanza.

Per quanto riguarda i viaggi in auto, ricordiamo che le donne in gravidanza possono essere esentate dall’indossare la cintura di sicurezza, che potrebbe fare molti danni in caso di incidente. Per questo motivo si consiglia alla donna che si trova nel periodo della gestazione, di sedersi nel sedile posteriore, o nel caso debba guidare, di prestare molta attenzione e di procedere con la dovuta prudenza. I viaggi in nave possono essere molto fastidiosi, soprattutto nei primi mesi di gravidanza, quando la donna può soffrire frequentemente di nausee. Per il treno non ci sono controindicazioni, ma è necessario seguire il buon senso.

Viaggiare in gravidanza in auto e in aereo, i consigli