Viaggiare con il cellulare all’estero: trucchi e consigli

Alcuni consigli per andare in vacanza con il cellulare senza spendere molto

Molti utenti, quando sono in viaggio per una vacanza all’estero, ancora non riescono a destreggiarsi bene con il proprio cellulare, rischiando di non poterlo utilizzare nemmeno per far sapere che sta procedendo tutto per il meglio, oppure rischiando di dover pagare uno sproposito per chiamare o per trovare un luogo.

Quando si programma un lungo viaggio oppure una vacanza estiva in un un Paese che si è soliti frequentare spesso, meglio usufruire di una SIM locale. Richiede un attimo di sforzo in più, ma si può utilizzare la connessione internet e tutti i vari pacchetti a prezzi vantaggiosi. Una volta acquistata una SIM locale, meglio provvedere a portarsi con sè un hot spot. Grazie a questo strumento potrete collegare ad internet più dispositivi, basta inserire la SIM nell’hot spot e questo fungerà da router, così da potersi connettere tramite Wi-fi.

Se non volete o potete acquistare una SIM locale meglio disattivare subito il Roaming oppure, se avete sottoscritto qualche vantaggioso contratto, tenete d’occhio il traffico dati tramite app. Un altro errore che si compie riguarda le cartine geografiche. Nessuno conosce tutte le strade di un posto e per non spendere traffico o soldi inutilmente attraverso la rete locale meglio scaricare da casa tutte le mappe che vi serviranno. Le maggiori app di mappe hanno questa opzione, usatela! In genere, in vacanza, non vi serviranno solo le mappe ma anche tutte le informazioni del luogo. Se non avete provveduto ad una guida, potete scaricare da casa tutte le informazioni utili che vi serviranno, dalle linee della metro ai ristoranti e ai musei, e consultarle comodamente in loco senza spendere nulla.

Se avete a disposizione del traffico limitato meglio spegnere le notifiche se non quelle strettamente necessarie. A causa di queste notifiche vi è uno scambio di dati continuo tra il cellulare e i server che vi farà consumare in connessione. Non tanto certo, ma ogni cosa fa la differenza con un traffico molto limitato. Per diminuire il consumo dei dati si può scaricare una mappa di hot spot da Google, così quando sarete in vacanza potrete connettervi ad una rete Wi-fi gratuita. Inoltre è meglio non fidarsi del Wi-fi dell’albergo, se per voi è indispensabile avere la connessione, meglio provvedere a chiedere alla struttura tramite email. Ricordate sempre che in base al Paese da visitare troverete delle prese che possono essere differenti da quelle italiane. Informatevi e, in caso, provvedete a portarvi un semplice adattatore.

Viaggiare con il cellulare all’estero: trucchi e consigli