Vacanze sulla Luna. Dal 2015 sarà possibile

I primi turisti lunari saranno gli inglesi. Ci vorranno dai 6 agli 8 mesi, un addestramento altrettanto lungo e un bonifico di 100 milioni di sterline

Non ci vorranno 97 ore e 20 minuti, come scriveva Jules Verne nel suo romanzo Dalla Terra alla Luna, ma dai sei agli otto mesi, però sulla Luna ci si arriverà comunque. Del resto, lo scrittore francese lo aveva predetto nel 1865 e la sua idea era piuttosto fantascientifica per l’epoca. Oggi questa fantasia diventa realtà. Basta staccare un assegno da 100 milioni di sterline, l’equivalente di 124,02 milioni di euro) per trascorrere una vacanza intera sul satellite terrestre.

I primi viaggi turistici sulla Luna partiranno nel 2015. Sarà necessario un adeguato addestramento di altri sei-otto mesi con la società californiana XCorp. Il primo Paese a portare i turisti sulla Luna potrebbe essere la Gran Bretagna, grazie alla Excalibur Almaz, la società inglese gestita da americani che fa base sull’Isola di Man e che ha promesso di essere pronta per i viaggi lunari entro tre anni.

Secondo quanto riportato dal Financial Times, l’amministrazione dell’isola britannica è molto impegnata in favore dell’industria spaziale. Inoltre, la stessa Excalibur Almaz ritiene di essere meglio posizionata rispetto alla Virgin Galactic, la società del magnate inglese Sir Richard Branson, che consente ai turisti ‘soltanto’ di orbitare intorno alla Terra per la cifra stratosferica di 200.000 sterline ovvero 250mila euro.

La prossima tappa sarà Marte.

Vacanze sulla Luna. Dal 2015 sarà possibile