Trani diventa una biblioteca diffusa

Trani diventerà una biblioteca diffusa, dove poter prendere in prestito i libri in vari angoli della città. Andiamo a scoprire il progetto Bibliocity

Un nuovo progetto di biblioteca diffusa a Trani coinvolgerà l’intera cittadinanza, un modo per incentivare la cultura favorendo la diffusione dell’amore per i libri. Questa interessante iniziativa, chiamata ‘Bibliocity – che il libro sia con voi!‘, ha coinvolto finora due librerie e alcune farmacie, nelle zone più periferiche della città. L’obiettivo è quello di creare diversi BiblioPoint di quartiere dove ciascuno potrà recarsi e prendere in prestito libri e volumi.

I realizzatori del progetto sono gli stessi ideatori di A.P.S. Bee-Bibliocar, una biblioteca itinerante che, dal 2013, si sposta su tre ruote in tutta la provincia di Barletta, Andria e Trani.
A capo dell’associazione ci sono Elisa Mantoni, Presidente e illustratrice di libri per bambini, e Vincenzo Covelli, libraio e burattinaio.
Nel 2015, questa iniziativa si è già aggiudicata il premio Orizzonti Solidali della Fondazione Megamark ma il progetto finale dell’associazione è quello di creare una piccola rete di Bibliopoint, trasformando la città di Trani in un’unica grande biblioteca diffusa.

Prossimamente verranno costituiti altri 9 punti di accesso, chiamati ‘Piccole Biblioteche Libere – Little Free Library‘, che saranno dislocati nelle scuole, nei giardini pubblici e in altre attività commerciali.Si tratta di piccole cassettine di legno, libere ed aperte a tutti i bambini: ognuno potrà prendere in prestito un libro, lasciandone uno in cambio.
Il primo BiblioPoint è stato installato nella farmacia Manno (nella zona nord di Trani) e, a seguire, hanno aderito anche la farmacia Sant’Angelo (nel quartiere omonimo), la farmacia De Nicolo (nel centro di Trani) e la libreria Mondadori (nel quartiere Stadio).

Partecipare è semplice: ogni utente potrà registrarsi e ricevere la sua tessera, proprio come in ogni biblioteca. I libri potranno essere presi in prestito o scambiati nel corso di giornate dedicate.
Questa iniziativa è stata patrocinata dal Comune di Trani, con la collaborazione dei Circoli didattici, dei Comitati di quartiere, della Libreria Miranfù, di Lavorare stanca, di Città dell’infanzia e de I Dialoghi di Trani. Un ottimo modo per incentivare la cultura e avvicinare giovani e meno giovani alla lettura, riscoprendo un’attività fin troppo bistrattata, soprattutto con la diffusione della tecnologia.

Trani diventa una biblioteca diffusa