Spettacolo sul Gran Sasso, il rifugio è ghiacciato

Sul Gran Sasso la neve e le basse temperature degli ultimi giorni hanno trasformato il rifugio in un palazzo di ghiaccio spettacolare

Il Gran Sasso ha offerto uno spettacolo unico agli sciatori che hanno raggiunto le sue vette in questi giorni. Il Duca degli Abruzzi, uno dei rifugi più famosi, era completamente ghiacciato. La neve e le temperature bassissime registrare nelle ultime settimane hanno trasformato la struttura in un vero e proprio palazzo di ghiaccio che sembra uscito da un libro di favole.

La struttura appartiene al Cai di Roma e si trova a 2388 metri sulla vetta del Monte Portella. A causa delle condizioni atmosferiche caratterizzate da umidità, vento e freddo (con temperature sotto i venti gradi) il rifugio Duca degli Abruzzi si è trasformato in una scultura bianca che ricorda lo scenario di Frozen. La casa di ghiaccio è stata immortalata da tre scialpinisti aquilani, Ivan Argentini, Paolo Boccabella ed Emanuele Lattanzi, partiti da Campo Imperatore in Abruzzo per esplorare la montagna. I tre hanno prima raggiunto il rifugio Duca degli Abruzzi e poi il Garibaldi, che è stato sommerso dalla neve così tanto che oggi è visibile solamente il tetto. “Il Corno Grande lo puntavamo da due giorni – ha spiegato Argentini a Repubblica -. Dalla finestra di casa mia lo vedo, quindi sapevo che era caduta moltissima neve. Così, appena le condizioni meteo ce lo hanno permesso, siamo saliti. Io vado in montagna da 10 anni ma il Gran Sasso così non l’avevo mai visto”. Anche Paolo Boccabella, che pratica alpinismo da ben 40 anni e conosce molto bene queste montagne, ha affermato di non aver mai visto uno spettacolo del genere dagli anni Ottanta-Novanta.

Il tetto spiovente completamente bianco, i tubi e la ringhiera ghiacciati, il balconcino e le porte bloccate dalla neve: l’immagine de rifugio Duca degli Abruzzi ha immediatamente fatto il giro del web ed è diventata il simbolo indiscusso di chi ama la montagna e di questo freddo inverno 2017.

Spettacolo sul Gran Sasso, il rifugio è ghiacciato