Sagre a settembre in Emilia Romagna

L'occasione per scoprire i sapori incredibile che solo questa regione sa regalare ai gourmet del Belpaese

Per scoprire le sagre a settembre in Emilia-Romagna è bene arrivare a dieta, dato che una volta in visita al territorio emiliano risulterà quasi impossibile resistere a tutte le prelibatezze che si presenteranno di fronte a turisti e visitatori. In effetti, i sapori dell’Emilia-Romagna sono tra i più apprezzati e conosciuti nel mondo e rendono la regione una delle mete gastronomiche preferite dai golosi provenienti dall’Italia e dal resto dell’Europa.

Le paste ripiene sono senza dubbio una delle specialità più conosciute e l’occasione perfetta per farsi qualche scorpacciata è data dalla Sagra del Tortellino che si terrà dal 2 al 12 settembre a Castelfranco Emilia, la città in provincia di Modena che vanta la paternità del re tra i primi piatti locali. L’evento clou dell’evento è la rievocazione storica che narra l’origine del tortellino, secondo la leggenda creato da un oste che prese spunto dall’ombelico di una dama nell’atto di lavarsi. Oltre agli immancabili assaggi della pasta ripiena emiliana non mancheranno le sfide tra grandi artigiani locali, chiamati a una rappresentazione quanto più fedele possibile di sua maestà il tortellino.

Dal 9 all’11 settembre 2016 s’imbandisce la Fiera Nazionale del Fungo Porcino di Albareto (PR), che apre con il gusto inconfondibile e ardito di due imperatori del gusto italiano alla stessa tavola, porcino e tartufo.

Per scoprire i sapori e le tradizioni emiliane non c’è nulla di meglio di un bell’itinerario tra le sagre in programma a settembre nella regione. A Basiago, piccolo borgo di Faenza, nella provincia della bizantina Ravenna, si saluta la bella stagione con il 36° Meeting di Fine Estate, perfetto per gustarsi specialità come cappelletti, strozzapreti, grigliate a base di carne di maiale e tanto altro ancora. La migliore cucina dell’Emilia-Romagna si accompagnerà al folklore locale, con mostre ed esposizioni di animali di cortile, come l’immancabile maiale e le galline dell’aia, che saranno inframezzate da spettacoli comici ed esibizioni di ballerini.

La rievocazione storica prende piede con il Palio di Santa Reparata, che si terrà nella città forlivese di Terra del Sole il 3 e 4 settembre. A contendersi il primato della città saranno il Borgo Romano e quello Fiorentino, che si sfidano in una tradizionale gara con la balestra. La sera di sabato si svolge una grande cena con gli oltre 300 figuranti riuniti insieme allo stesso tavolo, in modo a spettacoli di luci e fuochi artificiali. La manifestazione si chiuderà poi con le sfilate storiche nelle vie del centro nel pomeriggio di domenica 4 settembre, tra la gioia e la festa di grandi e piccini.

Con la progressiva fine dell’estate si avvicina pure il momento dei funghi, con porcini, ovoli e finferli che diventano assoluti protagonisti delle tavole. Ogni domenica a partire dall’11 settembre si svolgerà la Sagra dei Frutti del Sottobosco a Perticara, piccola frazione del comune di Novafeltria, in provincia di Rimini. I funghi saranno le star della manifestazione al pari della polenta, la classica preparazione tipica del Nord Italia che verrà condita con ragù di carne e porcini. Il tutto sarà innaffiato da un’abbondante dose di vino Sangiovese, senza dimenticare le caldarroste oppure le piadine per chi non riuscirà a rinunciare alle care abitudini mangerecce romagnole, così tipiche eppure mai banali.

Quasi negli stessi giorni un’altra località in provincia di Rimini sarà il teatro della Festa di Santa Croce, in programma nel borgo di Verucchio nel week end che va dal 9 all’11 settembre. Esposizioni di oggetti del tipico artigianato locale, attività con gli animali della fattoria, mercatini e banchetti con esposizione dei prodotti gastronomici locali e un moto raduno con mezzi provenienti da tutta la provincia romagnolo sono solo alcuni degli eventi che animeranno l’allegra kermesse.

Quanti sono alla ricerca di sagre caratteristiche a settembre in Emilia-Romagna non possono proprio perdersi la Fira di Sett Dulur, che viene celebrata addirittura da oltre 300 anni nel piccolo comune di Russi, in provincia di Ravenna. Fuochi artificiali, spettacoli di cabaret e comici locali, un luna park ambulante che soddisferà grandi e piccini, degustazioni tipiche a base di cappelletti e zuppa inglese saranno accompagnate da un festival dei cantastorie, che riporteranno la popolazione locali ai tempi del Settecento.

Chi vuole invece gustare qualcosa di insolito potrà poi optare per la Sagra del Ranocchio, che si svolgerà dal 15 al 19 settembre a Conselice, sempre nella provincia ravennate, e avrà le rane come portate principali, che serviranno da base per risotti e fritture assortite. Non mancherà comunque un menu alternativo con polenta e salsiccia, adatto a quanti non riescono proprio ad assaggiare la carne di ranocchio.

Il mese si chiuderà alla grande dal 23 al 25 settembre con la Sagra del Savor, in programma a Sogliano al Rubicone sul Rubicone, in provincia di Forlì. Qui si potrà assaggiare il savor, la confettura a base di mosto e frutta (pere, mele, mandorle) tipica delle campagne forlivesi e perfetta da accompagnare con formaggi come quello di Fossa. Un bicchiere del locale Sangiovese renderà tutta l’atmosfera della kermesse magica, con serate danzanti che saranno intervallate da spettacoli vari e la celebrazione della Santa Messa durante la mattinata di domenica 25 settembre.

Sagre a settembre in Emilia Romagna