Ponti sospesi e ponti di corda, dove sono i più terrificanti

I peggiori ponti sospesi al mondo: altezze da brivido e oscillazioni da paura

Di corda, di rete o di bambù, i ponti sospesi fanno venire la tremarella anche soltanto a vedersi. Sono instabili e cigolanti ma spesso sono l’unica via di comunicazione per attraversare foreste, canyon o torrenti molto pericolosi. Il peggiore di tutti è il Canopy Bridge che si trova all’interno del Parco nazionale della Malesia, moltissimi turisti visitano il parco per osservare lo spettacolo di questa natura rigogliosa ma anche per percorrere i 530 metri del ponte, sospeso all’altezza variabile di 25-40 metri.

Nelle zone rurali di Thailandia, Pakistan e Ghana ci sono esempi di ponti da brivido ma anche nella evoluta Europa non mancano casi di ponti davvero estremi. E’ il caso del Carrick-a-Rede Rope Bridge, nell’Irlanda del Nord, dove è stata portata anche la torcia olimpica agli scorsi giochi di Londra 2012, oppure del ponte panoramico presso il castello di Neuschwanstein in Baviera. Le guglie delle Alpi sono altre occasioni per costruzioni mozzafiato: è un caso la passerella dell’Aiguille du Midi, sulle Apli francesi, con vista panoramica sul massiccio del Monte Bianco e l’ultimo arrivato il Peak walk a Glacier 3000, in Svizzera.

Ecco a classfica dei peggiori ponti sospesi:

1. Taman Negara Canopy Walkway, Malesia
2. Bamboo bridge over Pai River, Tailandia
3. Carrick-a-Rede Rope Bridge, Irlanda del Nord
4. Gadmertal, Svizzera
5. Ponte sospeso sulla Kali Gandaki Valley, Nepal
6. Passerella sospesa a Aiguille du Midi, Francia
7. Kakum National Park, Ghana
8. Bamboo bridge in Astore Valley, Pakistany
9. Ponte panoramico a Neuschwanstein, Germania
10. Musou Tsuribashi Bridge, Giappone
11. Capilano Suspension Bridge, Canada
12. Swing Bridge, Pokhara, Nepal
13. Ferrata Dibona sul Monte Cristallo, Italia
14. Peak Walk, Glacier 3000, Svizzera
15. Ponte sospeso a Monteverde, Costa Rica.

Ponti sospesi e ponti di corda, dove sono i più terrificanti