Patrimonio da salvare, dieci luoghi che stanno per scomparire

Luoghi che difficilmente potranno essere visti a lungo

Alcune delle più note meraviglie del mondo sono siti storici che sono esistiti per centinaia e migliaia d’anni. Grazie all’urbanizzazione, i disastri naturali e l’inquinamento è probabile che vadano perduti prima che possano essere visti.

L’antica Olimpia fu centro di grande importanza come testimoniano i resti di templi ed edifici religiosi. Nel 2007 un incendio è arrivato a pochi metri dal famoso stadio, lambendo le rovine e mettendo a repentaglio l’incolumità del sito.

Il Palazzo di Hisham in Palestina è stato un complesso residenziale dei califfi, risalente all’VIII secolo d.C.. Si trova vicino alla città di Gerico, del quale rimangono oggi solo alcune rovine. Il palazzo fu distrutto, dopo poco dalla fondazione, a causa di un terremoto.

La Città Murata di Manila nelle Filippine è il nucleo originale e storico dell’attuale città di Manila, chiamata anche Intramuros, fu praticamente cancellata durante la seconda guerra mondiale.

Sito archeologico di Chersonesos era un’antica città della penisola di Crimea. Oggi corrisponde alla città di Sebastopoli. Le rovine, simbolo del ruolo strategico della città, sono in stato di abbandono.

Le Isole Galapagos per l’isolamento dovuto alla distanza dal continente hanno portato all’evoluzione di numerose specie endemiche di animali e vegetali. L’incremento della popolazione locale e dei turisti pone problemi significativi, a lungo termine, circa le politiche da adottare per la conservazione del parco.

Chan Chan in Perù è la più grande città precolombiana dell’America meridionale. E’ un sito archeologico situato nella regione peruviana di La Libertad. Chan Chan è seriamente minacciata dall’erosione provocata da El Niño, che comporta piogge violente e alluvioni su tutta la costa peruviana.

Lamu, in Kenya, fu uno degli insediamenti swahili originali sulla costa orientale dell’Africa. Il porto di Lamu esiste da almeno un millennio. A causa degli attentai terroristici è sconsigliato visitarlo.

Le Isole Seychelles sono un paradiso unico al mondo. Sono a rischio a causa dei cambiamenti climatici. Esperti hanno spiegato che i motivi di rischio delle Seychelles nascono dal fatto che non esistano più le differenze stagionali.

Le tombe egizie della Valle dei Re poggiano su un terreno fragile. E dunque sono a rischio. Ad essere in pericolo sono una buona metà dei sepolcri di Luxor.

Il Glacier National Park nello Stato del Montana, Stati Uniti, è molto sensibile al cambiamento climatico planetario che ha avuto inizio nel XX secolo e per questo, dal 1992, ilcentro di ricerche dello United States Geological Survey lo tiene sotto osservazione. Tra gli elementi studiati dai ricercatori ci sono: l’impatto del riscaldamento globale e la frequenza degli incendi.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Patrimonio da salvare, dieci luoghi che stanno per scomparire