Passare le vacanze in convento, come organizzarsi

Le vacanze dell'anima si rivelano fonte di sollievo dallo stress della vita quotidiana

Per riflettere, ritrovare la pace interiore o semplicemente rilassarsi, moltissime persone scelgono conventi o monasteri per vacanze nelle quali far riposare principalmente l’anima. Sono in molti i posti nel mondo in cui trovare un rifugio per il proprio spirito e sicuramente molti di questi si trovano tra Italia e Grecia, ma anche in Europa del Nord. Ogni luogo ha le proprie peculiarità, ma ognuno di questi saprà accogliere e ristorare qualsiasi tipologia di pellegrino.

Uno dei monasteri più celebri è quello che si trova sul Monte Athos in Grecia. Solo gli uomini sono ammessi al suo interno e sembra che il Principe Carlo di Inghilterra sia solito passare qualche giorno in solitudine. Fondato come centro spirituale attorno al 1050, non accoglie neanche le femmine di animale. Un’altra zona magica della Grecia è rappresentata dalle Meteore: monasteri situati su spuntoni di roccia, sono abitati da monaci che offriranno più che volentieri accoglienza a chi necessità di un momento di spiritualità e isolamento.

Per rimanere nell’area mediterranea, anche l’Italia offre diverse opportunità per chi ricerca tale tipologia di vacanza. Lontano da stress, telefoni e tecnologia, l’eremo di Camaldoli , nei pressi di Arezzo, saprà offrire riposo e relax a chi ne ha bisogno. Più al nord, invece, in provincia di Trento, vale la pena ricordare il santuario di S. Romedio. Immerso nella natura, permette di approfittare di numerose passeggiate nel bosco o sulle rive dei laghetti di Coredo. Infine l’Eremo di Montepaolo, nei pressi della prima tappa del cammino d’Assisi, in provincia di Forlì, è il luogo ideale per il ristoro dell’anima. Al suo interno vi è una cappella in onore di Sant’Antonio da Padova, raggiungibile attraverso un percorso chiamato ‘Sentiero della speranza’.

Spostandosi più a nord invece, e più precisamente nel Regno Unito, due sono le mete più apprezzate come ritiri spirituali. Un primo luogo è sicuramente l’isola di Holy Isle, in Scozia. Gestito e fondato da un maestro buddista tibetano, si trova in quella che era, nel VI secolo, la casa del famoso eremita inglese St Molaise. L’unico modo per raggiungerlo è un traghetto. Infine si ricorda il monastero benedettino di Ampleforth. Situato nello Yorkshire, al suo interno vi è una scuola, che accoglie più di 600 studenti, e la possibilità di vivere un momento di vita spirituale aperto a chiunque ne faccia richiesta. Vi è una chiesa di recente costruzione, risale al 1961, e alle messe partecipa di solito tutta la popolazione che vive nelle vicinanze.

Immagini: Depositphotos

Passare le vacanze in convento, come organizzarsi