Viaggiare in aereo è più semplice e confortevole

Biglietti elettronici, check-in dal cellulare, telefonate e wi-fi ad alta quota. I voli saranno più piacevoli e meno noiosi

Gli ultimi anni, complice la crisi economica, hanno visto cambiare radicalmente le abitudini dei viaggiatori che scelgono gli aerei per i loro spostamenti. Per tenere i prezzi dei biglietti più bassi possibile, le compagnie aeree (soprattutto quelle low cost) hanno tagliato fino all’inverosimile i servizi a terra e a bordo, a cominciare dai pasti in volo e dai bagagli permessi senza sovrapprezzo.

In generale meno confort anche per le lunghe tratte trans-oceaniche, gravate anche dai lunghi tempi di attesa per i controlli di sicurezza (non per molto ancora, nuovi sistemi volti a velocizzare le procedure verranno introdotti nei prossimi mesi) in aeroporto. Ma se si presta attenzione a tutte le innovazioni introdotte nell’ultimo periodo, ci si accorge che non tutto il male viene per nuocere. Ora viaggiare in aereo è molto più semplice e veloce e in alcuni casi divertente.

Innanzitutto l’acquisto dei biglietti. Ogni compagnia permette di acquistarli direttamente online e in formato elettronico, senza bisogno di ritirare quelli convenzionali, basta avere con sé il numero di prenotazione e presentarsi direttamente ai banchi del check-in. In molti casi, specie se non si hanno bagagli da imbarcare (molte compagnie come Lufthansa, però, già permettono un veloce drop-off delle valigie anche per voli internazionali), è possibile saltare anche questa procedura stampando a casa la propria carta d’imbarco per poi presentarsi direttamente al gate designato.

Alcune compagnie, come la Singapore Airlines, si sono lanciate nello sfruttare la tecnologia mobile e consentono di presentarsi al gate senza stampare nulla. Basta avere con sé il proprio smartphone sul quale si è ricevuta la conferma della prenotazione e mostrare il codice a barre contenuto in essa per saltare la coda formata da tutte quelle persone che ancora non si sono decise ad assecondare la tecnologia.

In tempi di crisi, poi, il prezzo dei biglietti non è aumentato, anzi. Molti sono i casi nei quali anche le compagnie più prestigiose lanciano delle campagne promozionali per riempire i propri aerei, magari offrendo dei bonus doppi ai frequent flyer, ovvero a chi accumula miglia da spendere in successivi viaggi gratis. Per questo motivo conviene avere le card delle principali alleanze e non dimenticarsi di registrarle prima di ogni volo; ora servono sempre meno voli per poter usufruire dei bonus.

Anche in aereo le innovazioni tecnologiche stanno facendo passi da gigante. E’ il caso per esempio delle telefonate via cellulare (a un costo ancora esorbitante a dire la verità) o al sempre più diffuso wi-fi a bordo per navigare in rete, proposto a prezzi accettabili (dai 5 ai 15 euro per volo, a seconda delle tratte) da compagnie come Virgin America, American, Delta e Air France. Inoltre, in un sempre maggiore numero di aerei iniziano a comparire delle docking station per iPod e computer portatili.

Per i pasti, poi, la compagnia JetBlue ha introdotto un interessante esperimento all’aeroporto JFK di New York. Nei pressi del check-in sono stati posizionati dei terminali attraverso i quali è possibile ordinare il proprio pasto scegliendo da un ricco menu composto dai piatti preprati da tutti i ristoranti del terminal, per poi ritirarlo giusto un attimo prima di imbarcarsi.

E le prossime novità in arrivo saranno rivolte al confort a bordo con servizi nuovi quali letti matrimoniali, docce, bar, casinò e palestre non appena i nuovi giganti dei cieli come l’Airbus A380 (ne volano già 13 in tutto il mondo) e il Boeing 787 Dreamliner (in volo dal 2010) sostituiranno gli ormai vetusti 747 e A340.

Viaggiare in aereo è più semplice e confortevole